Chiesa di Sant'Anselmo all'Aventino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 41°52′57.7″N 12°28′43.89″E / 41.882695°N 12.478859°E41.882695; 12.478859

Sant’Anselmo all’Aventino
Esterno
Esterno
Stato Italia Italia
Regione Lazio
Località Roma
Religione cattolica
Diocesi Diocesi di Roma
Stile architettonico Neoromanico
Inizio costruzione 1892
Completamento 1896
Sito web Sito del monastero

La chiesa di Sant’Anselmo all’Aventino, è una chiesa di Roma, nel rione Ripa, in piazza dei Cavalieri di Malta. Assieme al monastero annesso forma la Badia Primaziale dell'ordine dei Benedettini.

La chiesa, malgrado le apparenze, è di recente costruzione; essa, infatti, risale alla fine dell’Ottocento, costruita da Francesco Vespignani tra il 1892 e il 1896, su un terreno donato dai Cavalieri di Malta ai Benedettini, che ne fecero, con l’annesso monastero e l’Università Teologica, il loro centro a Roma, sede dell’Abate Primate dell’Ordine.

La chiesa è in stile neoromanico, costruita dal Vespignani su progetto dell’abate benedettino belga Ildebrando de Hemptinne. L’interno si presenta a tre navate, divise tra loro da colonne di granito, con soffitto a capriate e abside decorata a mosaico; enorme è la cripta a cinque navate. La chiesa è costruita sui resti di una domus romana del II-III secolo d.C. (visibili nei sotterranei della chiesa); da questa domus proviene un mosaico, conservato nel monastero, raffigurante il Mito di Orfeo.

La chiesa è nota, soprattutto ai romani, per le esecuzioni di canto gregoriano offerte dai monaci durante le celebrazioni liturgiche domenicali.

Accanto alla chiesa hanno sede il Pontificio Ateneo Sant'Anselmo e il Pontificio Istituto Liturgico.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • C. Rendina, Le Chiese di Roma, Newton & Compton Editori, Milano 2000, p. 36.
  • A. Manodori, Rione XII Ripa, in AA.VV, I rioni di Roma, Newton & Compton Editori, Milano 2000, Vol. II, pp. 766-830.
  • M. Alemanno, Le chiese di Roma moderna, Armando Editore, Roma 2006, Vol. III, pp. 19-23

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]