Chiesa di San Romano martire (Roma)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 41°54′38.67″N 12°32′17.25″E / 41.910741°N 12.538124°E41.910741; 12.538124

San Romano martire
Facciata
Facciata
Stato Italia Italia
Regione Lazio
Località Roma
Religione cattolica
Diocesi Diocesi di Roma
Architetto Igino Pineschi
Completamento 2004
Sito web Sito della parrocchia

La chiesa di San Romano martire è una chiesa di Roma, nel quartiere Pietralata, in largo Antonio Beltramelli.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costruita nel 2004, la chiesa è sede dell'omonima parrocchia istituita nel 1973 e affidata al clero diocesano romano[1]. Fino al 2004 la parrocchia era ospitata presso alcuni locali in via delle Cave di Pietralata.

La parrocchia è stata eretta il 6 febbraio 1973 con il decreto del cardinale vicario Ugo Poletti "Neminem fugit". Il suo territorio è stato desunto da quello della parrocchia di Sant'Atanasio.

Dal 14 febbraio 2015 insiste su di essa l'omonimo titolo cardinalizio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rendina, 325.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Claudio Rendina, Le chiese di Roma. Storie, leggende e curiosità degli edifici sacri della Città Eterna, dai templi pagani alle grandi basiliche, dai conventi ai monasteri ai luoghi di culto in periferia, Roma, Newton Compton Editori, 2007, ISBN 978-88-541-0931-5.
  • LIPA, Fra le strade e i palazzi. La nuova evangelizzazione a Roma, nell'esperienza della parrocchia di S. Romano.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]