Chiesa di Saint-Pierre-de-Montmartre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di Saint-Pierre-de-Montmartre
Église Saint-Pierre de Montmartre
Facciata
Facciata
Stato Francia Francia
Regione Île-de-France
Località Parigi
Religione Cristiana cattolica di rito romano
Titolare Pietro apostolo
Diocesi Arcidiocesi di Parigi
Stile architettonico romanico, barocco
Inizio costruzione 1133
Completamento 1147
Logo monument historique - rouge ombré, encadré.svg
Interno della chiesa di Saint-Pierre-de-Montmartre

La chiesa di Saint-Pierre-de-Montmartre (in francese: Église Saint-Pierre de Montmartre) è la meno conosciuta delle due chiese principali situate a Montmartre, l'altra è la basilica del Sacro Cuore.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Storicamente, è la più importante ed è una delle più antiche chiese di Parigi. Secondo la tradizione cattolica, la chiesa venne eretta nel luogo dove fu fondata la Compagnia di Gesù comunemente nota come i gesuiti, sulla Place du Tertre.

Risalente ad una fondazione di San Dionigi del III secolo, nel 1147 alla presenza di Luigi VI e Bernardo di Chiaravalle, il papa Eugenio III la consacrò.

Durante la rivoluzione francese cadde in rovina e si vide sormontata, nel 1794, dal primo ripetitore telegrafico di Chappe fatto installare dalla Convenzione Nazionale. In seguito ai restauri durati dal 1899 al 1905 subì diversi cambiamenti.

Dal 1923, la chiesa è monumento storico di Francia.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Architettura[modifica | modifica sorgente]

Saint Pierre de Montmartre

L'esterno della chiesa conserva il suo aspetto medioevale in tutto fuorché nella facciata barocca, costruita nel XVIII secolo. Essa, salienti ha tre portali in bronzo realizzati da Tommaso Gismondi nel 1975.

In prossimità dell'abside, sul lato sinistro, si eleva la torre campanaria romanica con due ordini di bifore della cella campanaria.

L'interno, in stile gotico, è del tutto spoglio di decorazioni ed è a tre navate separate da pilatri. Si possono ammirare quattro colonne di marmo, a capitelli, provenienti, forse, da un tempio romano e le ogive più antiche di Parigi risalenti al 1147.

Le quattro facce dell'altare maggiore, coperte da lastre smaltate, furono realizzate da Froideaux nel 1977.

Tra le numerose pietre tombali, presenti nella chiesa, quella della regina di Francia Adelaide di Savoia, sposa di Luigi VI il Grosso e fondatrice, nel 1133, dell'abbazia delle Benedettine del Sacro Cuore di Montmartre.

Proprio sul luogo dove sorgeva l'abbazia di questa congregazione si trova, con ingresso dalla chiesa, il Giardino del Calvario.

Organo a canne[modifica | modifica sorgente]

L'organo a canne della chiesa fu costruito nel 1869 da Aristide Cavaillé-Coll ed è situato sulla cantoria in controfacciata. A trasmissione meccanica, ha due tastiere di 56 note ciascuna ed una pedaliera di 30. La sua disposizione fonica è la seguente:

Prima tastiera - Grand Orgue
Bourdon 16'
Montre 8'
Flûte 8'
Prestant 4'
Seconda tastiera - Récit expressif
Bourdon 8'
Gambe 8'
Voix céleste 8'
Flûte octaviante 4'
Plein-jeu III
Trompette 8'
Basson-hautbois 8'
Pédale
Soubasse 16'

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]