Chiesa dello Spirito Santo (Monaco di Baviera)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Spirito Santo
Esterno
Esterno
Stato Germania Germania
Land Flag of Bavaria (striped).svgBaviera
Località Muenchen Kleines Stadtwappen.svgMonaco di Baviera
Religione Cristiana cattolica di rito romano
Titolare Spirito Santo
Diocesi Arcidiocesi di Monaco e Frisinga
Architetto Cosmas Damian e Egid Quirin Asam
Stile architettonico Rococò
Inizio costruzione XIII, XIV secolo e 1724
Completamento 1730
Sito web www.heilig-geist-muenchen.de

La chiesa dello Spirito Santo (in tedesco: Heilig-Geist-Kirche) è una chiesa cattolica di Monaco di Baviera, Germania.

Storia e architettura[modifica | modifica wikitesto]

l'interno con gli stuchi rococò dei fratelli Cosmas Damian e Egid Quirin Asam.
Targa comunale posta sulla facciata della Chiesa

La chiesa è uno degli edifici più antichi di Monaco. Sorge sull'area dove, tra la Marienplatz e il Viktualienmarkt, esistevano un ospedale (di Santo Spirito appunto), una cappella ed un alloggio per i pellegrini. Verso la metà del XIII secolo venne eretta una prima chiesa per l'ospedale, in stile gotico. Successivamente, nel 1392, venne sostituita da un'altra, più grande in stile Tardo-gotico e dalla conformazione a "Sala". Quest'ultima venne fortemente ristrutturata tra il 1724 ed il 1730, in stile Rococò, dai due celebri fratelli Cosmas Damian e Egid Quirin Asam. Nel 1729 vi venne aggiunto il campanile, mentre la facciata della chiesa, in stile neo-rococò, risale solo al 1885, quando venne demolito l'adiacente ospedale. L'interno, impressiona per la luminosità e per la fine leggerezza delle decorazioni, dove vengono ben fusi gli elementi ancora gotici dell'architettura, arrotondati e smussati con le sinuose forme colorate degli stucchi e degli affreschi rococò. La sontuosa decorazione plastica, opera sublime dei fratelli Asam, venne minuziosamente ricomposta durante i grandi lavori di restauro-ricostruzione dai danni bellici subiti nella Seconda guerra mondiale. L'altare maggiore venne realizzato da Nikolaus Stuber, e successivamente anch'esso ricostruito dopo la guerra. Come elementi originali dell'altare sono rimasti la pala della Pentecoste, opera del 1649 di Ulrich Loth, e gli Angeli di Johann Georg Greiff. Le statue di bronzo di Hans Krumpper, che originariamente si trovavano sulla tomba di Ferdinando Maria di Baviera, ora trovano collocazione nella sagrestia. Splendida in controfacciata è la mostra d'organo. Sotto la tribuna è la cancellata in ferro battuto rococò finemente dipinta e dorata, che chiude le tre navate dell'edificio, quasi a formare un nartece.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]