Chiesa dei Santi Bartolomeo e Gaetano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 44°29′39″N 11°20′50″E / 44.494167°N 11.347222°E44.494167; 11.347222

Chiesa dei Santi Bartolomeo e Gaetano
La cupola ed il campanile
La cupola ed il campanile
Stato Italia Italia
Regione Emilia-Romagna
Località Bologna
Religione cattolica
Titolare Bartolomeo apostolo
Diocesi Arcidiocesi Di Bologna
Architetto Andrea Marchesi,
Giovanni Battista Natali,
Agostino Barelli
Inizio costruzione 1516
Sito web Sito ufficiale

La chiesa dei Santi Bartolomeo e Gaetano si trova a Bologna, nelle immediate adiacenze delle Due torri.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La tradizione parla di una chiesa dedicata a san Bartolomeo già nel V secolo, eretta da san Petronio sulle fondazioni di una chiesa paleocristiana. Nel luogo in cui sorge la basilica odierna, esisteva nel XIII invece una chiesa di modeste dimensioni, con la facciata rivolta a Piazza di Porta Ravegnana.

Nel 1516, la famiglia Gozzadini affidò ad Andrea Marchesi, detto il Formigine, un progetto che comprendeva anche la ristrutturazione della chiesa esistente. Il progetto venne interrotto a causa dell'uccisione di Giovanni di Bernardino Gozzadini, nel 1516, con la realizzazione del solo portico ancora oggi visibile.

L'interno

Nel 1599 i padri Teatini subentrarono nella reggenza della chiesa, e diedero l'avvio, dal 1627, ad una completa ristrutturazione del complesso. Il disegno fu affidato a Giovanni Battista Natali, detto il Falzetta, rivisto da Agostino Barelli, architetto del Senato bolognese: inglobando il portico del palazzo Gozzadini, il nuovo edificio risultava di maggiori dimensioni e con un diverso orientamento, con la facciata rivolta su Strada Maggiore.

Nel 1671 venne canonizzato San Gaetano, fondatore dell'ordine dei Teatini, ed i Padri ne unirono il titolo a quello dell'apostolo Bartolomeo. Le lunette del portico vennero quindi decorate con scene della vita di San Gaetano. Venne conservato, della precedente chiesa, il portale quattrocentesco posto sul lato rivolto alle Due Torri, e nel 1694 vennero completati il campanile e la cupola. La cuspide del campanile venne aggiunta mezzo secolo dopo.

Nella scalinata si trova un'opera a olio dell'importante incisore bolognese Ludovico Mattioli.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]