Chiesa dei Cappuccini (Gela)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa dei Cappuccini
Stato Italia Italia
Regione Sicilia
Località Gela
Religione cattolica
Titolare Madonna delle Grazie
Inizio costruzione metà del XIII secolo
Sito web Pagina su gelanelmondo.it

La chiesa dei Cappuccini è una chiesa di Gela consacrata alla Madonna delle Grazie (la cui festa si celebra il 2 luglio).

Essa sorge sull'antico cenobio dei padri conventuali che vi si trasferirono nel 1481, e che quando cadde in rovina venne ceduto ai padri cappuccini nel 1572.

Tra il 1935 e il 1962 vennero costruite le due navate laterali, oltre a quella centrale pre esistente.

Nel 1944 venne rifatta la facciata della chiesa, secondo il progetto dell'architetto A. Borra.

Il progetto prevedeva due guglie, un rosone e tre portali.

Nel 1960 venne abbattuto l'ex convento e ne venne costruito un altro, che dal 1995 ospita la scuola di teologia.

Ai lati delle navate si trovano 7 finestre per ogni lato, in cui nei vetri sono istoriate le 14 tappe della via crucis.

Nella navata centrale si trovano il coro, il tetto di legno a capriate e 4 finestre rappresentanti san Corrado, san Lorenzo, san Francesco e san Giuseppe; dal lato opposto si possono osservare san Antonio, san Bonaventura, Madonna delle Grazie e Gesù.

Sull'altare maggiore vi è il tabernacolo intagliato nel 1601 dai frati Girolamo e Innocenzo da Malta e un polittico con al centro una pala raffigurante santa Maria, con san Francesco e sant'Antonio. Ai lati ci sono i santi Apollonia, Cecilia e Venanzio.

In vicinanza dell'altare si trova una lapide che afferma la pestilenza avvenuta nel 1816 a Terranova di Sicilia.

Nel transetto sinistro sono raffigurati san Giovanni Battista che battezza Gesù e un quadro della Madonna delle Grazie (del XVII secolo circa), mentre in quello destro vicino all'altare vi è un crocifisso di legno del XVII secolo.

Al centro del transetto vi è una coppia di pale che costituivano l'antica entrata della sacrestia della chiesa.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gela, città greca della Sicilia - Giuseppe Andrea Alessi.