Chiesa cattolica-apostolica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Chiesa Cattolica-Apostolica)

La Chiesa cattolica-apostolica è una chiesa cristiana millenarista. Nacque in Inghilterra con il predicatore presbiteriano scozzese Edward Irving (1792-1834) in seno a un movimento di riforma che vedeva come primo esponente James Haldane Stewart della chiesa anglicana[1]. Dal suo fondatore è anche conosciuta come "Chiesa irvingita".

La Chiesa cattolica-apostolica aveva il suo fulcro nei 12 apostoli, «...chiamati per rivelazione profetica a formare il secondo ed ultimo collegio degli apostoli (dopo quello dei diretti discepoli di Gesù Cristo), in attesa dell'immanente arrivo di Cristo e della fine dei tempi.»[2]. Alla morte di questi nuovi apostoli fu deciso di non eleggerne di nuovi e dopo la morte dell'ultimo apostolo, Francis Valentine Woodhouse nel 1901, ebbe termine anche la vita del collegio[2].

Nel 1863 la chiesa subì uno scisma, poiché la comunità di apostolici della Germania decise di sostituire via via i deceduti. Dallo scisma nacque quindi la Chiesa neo-apostolica[2].

Oggi la chiesa è seguita da pochi fedeli che attendono il secondo avvento.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sito del Cesnur
  2. ^ a b c Chiesa neo-apostolica, storia