Chiemsee

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo comune, vedi Chiemsee (comune).
Chiemsee
Chiemsee009.jpg
Stato Germania Germania
Land Coat of arms of Bavaria.svg Baviera
Coordinate 47°52′52.88″N 12°26′47.33″E / 47.881355°N 12.44648°E47.881355; 12.44648Coordinate: 47°52′52.88″N 12°26′47.33″E / 47.881355°N 12.44648°E47.881355; 12.44648
Altitudine 518,19 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie 79,9 km²
Profondità massima 72,7 m
Volume 2,04784 km³
Idrografia
Immissari principali Tiroler Achen, Prien
Emissari principali Alz
Mappa di localizzazione: Germania
Chiemsee

Il Chiemsee (pronuncia: ˈkiːmzeː), detto anche bayerisches Meer, cioè mare bavarese, è il più grande lago della Baviera e, dopo il lago di Costanza ed il Müritz, è il terzo lago della Germania per estensione (tuttavia il lago di Starnberg ha un volume maggiore).

Come molti laghi prealpini, il Chiemsee è di origine glaciale e si è formato circa 10.000 anni fa. In origine la superficie occupata dall'acqua era di quasi 240 km², cioè circa il triplo di quella attuale. Attualmente il volume idrico è di circa 2.047.840.000 m³, la lunghezza complessiva delle sue sponde è di 64 km (83 km considerando anche le isole) ed il bacino idrografico è di 1.398,56 km². Gli immissari (il Tiroler Achen ed il Prien) portano nel lago notevoli quantità di sabbia e detriti, che ne causano un graduale interramento ed una conseguente diminuzione della profondità massima (72,7 metri nel maggio 2005) e di quella media. Durante l'ultimo secolo la superficie è diminuita di circa 200 ha.

Il nome del lago, così come quello del comune di Chieming e quello della regione del Chiemgau, trae origine dal conte Chiemo, vissuto tra il VII e l'VIII secolo. La zona circostante il Chiemsee, chiamata Chiemgau, è una della aree della Baviera che attirano il maggior numero di visitatori.

Le isole del lago sono:

In particolare sono molto note le due principali isole, la Herrenchiemsee e la Frauenchiemsee (o Fraueninsel).

Ci sono poi altri tre minuscoli isolotti:

  • Lo Schalch (22 m²), a ovest della Fraueninsel
  • Altri due isolotti di pochi metri quadri coperti da vegetazione a sud della Krautinsel.
Herrenchiemsee e le montagne del Chiemgau
Veduta di Frauenchiemsee da Gstadt am Chiemsee
Peter von Hess: Al Chiemsee, metà del XIX secolo

Mentre le tre isole maggiori formano il comune di Chiemsee, appartenente al circondario di Rosenheim, il lago stesso e le isole minori assieme al delta del Tiroler Achen fanno parte del circondario di Traunstein ma non appartengono ad alcun comune.

La parte sud-occidentale del Chiemsee è detta Inselsee ed è caratterizzata dalla presenza delle isole, mentre la parte nord-orientale è detta Weitsee.

Il paesaggio è caratterizzato dalla vicinanza delle montagne del Chiemgau, le principali fra le quali sono il Hochfelln, il Hochgern, la Hochplatte e la Kampenwand.

Il lago è una zona umida di importanza internazionale protetta dalla Convenzione di Ramsar.

Secondo alcuni geologi a nord del lago attorno al 500 a.C. sarebbe avvenuto un impatto da parte di una cometa [1] .

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Il Chiemsee è da sempre fonte di ispirazione per numerosi artisti e di conseguenza esistono molti dipinti rappresentanti il lago, le sue isole e, più in generale, la regione del Chiemgau. In particolare, attorno al pittore Paulus di Prien si è formato un circolo, noto come Chiemseemaler; dopo la sua morte, le opere del pittore sono rimaste alla comunità, che ha organizzato una mostra permanente dei suoi dipinti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ U. Schüssler, M. Rappenglück, K. Ernstson, W. Mayer, B. Rappenglück: Das Impakt-Kraterstreufeld im Chiemgau, in European Journal of Mineralogy, Vol. 17, Suppl. 1 (2005), pag. 124 [1]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Michael Lohmann, Chiemsee-Naturführer, Landesbund für Vogelschutz, Prien, 1988.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]