Chicle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Il chicle è la gomma naturale ricavata dal Manilkara chicle, una pianta tropicale sempreverde originaria del Centro America. Il suo uso tradizionale era l'impiego nella gomma da masticare. Chicle è anche il termine comune per chewing gum usato in Spagna. In Portoghese chiclete può essere usato per indicare un seccatore o una persona che non lascia mai solo qualcun altro.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il termine chicle deriva da tziktli ['ʦikt͡ɬi], parola usata nella lingua Nahuatl per indicare la gomma, e può essere tradotto come "cosa appiccicosa". Era ben conosciuto dagli Aztechi e dai Maya, e i primi esploratori Europei lo apprezzarono per il suo sapore delicato e per l'alto contenuto di zuccheri.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

La celebre Wrigley Company fu uno storico utilizzatore di questo prodotto, mentre oggi solo poche aziende continuano a produrre la gomma da masticare utilizzando il chicle, a causa dell'introduzione, a partire dagli anni sessanta, della gomma sintetica (a base di butadiene), la cui lavorazione è meno costosa.

I raccoglitori locali di chicle sono chiamati chicleros. La tecnica utilizzata è simile a quella con la quale si ricava il lattice dall'albero della gomma: vengono praticate delle incisioni a zig-zag sul tronco, e la sostanza che ne cola viene raccolta con dei piccoli contenitori. Viene quindi bollita fino a darle la giusta consistenza.

A causa della raccolta intensiva, la Manilkara chicle inizia ormai a scarseggiare, mentre l'utilizzo di altre specie del genere Manilkara, come la Balatá (Manilkara bidentata) è in costante aumento.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]