Chiavistello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Disegno esemplificativo di un chiavistello con movimento rotativo
Foto di un chiavistello a scorrimento

Il chiavistello, talvolta chiamato anche catenaccio, è la parte della serratura che scorrendo nella sua sede, o ruotando, va ad impegnarsi (o a disimpegnarsi) nel laccio o nella gola che blocca la parte mobile.

I chiavistelli sono utilizzati per bloccare parti mobili quali porte, ante, slitte ad una parte fissa genericamente detta telaio.

Possono essere mossi manualmente o tramite meccanismi quali serrature.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il chiavistello, in forma molto rudimentale, era utilizzato già al tempo degli Antichi Egizi per la chiusura di porte.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ chiavi e serrature. URL consultato il 24-10-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria