Chi Ursae Majoris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Chi Ursae Majoris
Mappa della costellazione dell'Orsa maggioreMappa della costellazione dell'Orsa maggiore
Classificazione Gigante arancione
Classe spettrale K0,5IIIb
Distanza dal Sole 196 anni luce
Costellazione Orsa Maggiore
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 11h 46m 03,01407s
Declinazione +47° 46′ 45,8626″
Dati fisici
Raggio medio 21[1] R
Massa
Periodo di rotazione 2,7 anni
Velocità di rotazione 1,15 km/s
Temperatura
superficiale
4350 K[2] (media)
Luminosità
Metallicità 37% rispetto al Sole[2]
Età stimata 1 miliardo di anni
Dati osservativi
Magnitudine app. +3,71
Magnitudine ass. -0,26[3]
Parallasse 17,76 mas
Moto proprio AR: -138,29 mas/anno
Dec: 28,57 mas/anno
Velocità radiale −9,02 km/s
Nomenclature alternative
63 UMa, HR 4518, HD 102224, BD+48 1966, FK5 441, HIP 57399, SAO 43886

Chi Ursae Majoris (χ UMa, χ Ursae Majoris), conosciuta anche con i nomi tradizionali di Al Kaphrah, El Kophrah o Al Kafzah, è una stella situata nella costellazione dell'Orsa Maggiore. La sua magnitudine apparente è +3,71 e dista 196 anni luce dal sistema solare[4].

Osservazione[modifica | modifica sorgente]

Chi Ursae Majoris e NGC3877

Si tratta di una stella situata nell'emisfero celeste boreale e quindi osservabile prevalentemente dall'emisfero nord, dove si presenta circumpolare anche da gran parte delle regioni temperate; dall'emisfero sud la sua visibilità è invece limitata alle regioni temperate settentrionali e alla fascia tropicale, più a nord della latitudine 43° S. Essendo di magnitudine 3,71, la si può osservare anche dai piccoli centri urbani senza difficoltà, sebbene un cielo non eccessivamente inquinato sia maggiormente indicato per la sua individuazione.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica sorgente]

Chi Ursae Majoris è una gigante arancione di classe spettrale K0,5III; con una massa che è il doppio di quella del Sole, ha terminato l'idrogeno nel suo nucleo da convertire in elio, nonostante abbia un'età di 1 miliardo di anni o poco più, molto meno dei 4,5 miliardi di anni circa del Sole[4]. Il raggio della stella è aumentato fino a 21 volte quello solare, mentre la temperatura superficiale è di circa 4350 K. Come tutte le giganti ruota piuttosto lentamente su se stessa, e con una velocità di rotazione di 1,15 km/s impiega ben 2,7 anni per effettuare una rotazione.

La sua bassa metallicità, solamente il 37% rispetto al Sole, e la sua velocità nello spazio relativa al sistema solare, (44 km/s), ben 3 volte superiore alla media, suggeriscono che la stella proviene da un'altra regione della Via Lattea[4].

Chi Ursae Majoris è un buon riferimento per la ricerca della galassia a spirale NGC 3877, che si trova esattamente 15 minuti d'arco a sud della stella.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Rotational and radial velocities 761 HIP giants (Massarotti+, 2008)
  2. ^ a b chi UMa -- Variable Star SIMBAD
  3. ^ Thick disc vertical properties (Katz+, 2011)
  4. ^ a b c Al Kaphrah (Stars, Jim Kaler)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni