Chester Morris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chester Morris in Corsair (1931)

Chester Morris, all'anagrafe John Chester Brooks Morris, (New York, 16 febbraio 1901New Hope (Pennsylvania), 11 settembre 1970), è stato un attore statunitense teatrale e cinematografico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Appartenente a una famiglia di attori (suo padre era l'attore William Morris, sua madre Etta Hawkins ed era fratello di Adrian Morris), nacque a New York il 16 febbraio 1901[1]. Iniziò giovanissimo, nel 1917, la sua carriera di attore cinematografico in An Amateur Orphan, diretto da Van Dyke Brooke. Nel 1918, apparve a Broadway in The Copperhead, una commedia di Augustus Thomas che aveva come protagonista Lionel Barrymore[2].

Nel 1941, la Columbia Pictures lo mise sotto contratto per interpretare il ruolo di Boston Blackie, un investigatore protagonista di una serie gialla che avrebbe incontrato un grande successo di pubblico.

Molti i ruoli interpretati nella sua lunghissima carriera, iniziata negli anni dieci e conclusasi nel 1970, poco prima della sua morte, avvenuta a New Hope, in Pennsylvania[1].

Premi e Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Nel 1930 ottenne la nomination all'Oscar quale migliore attore per il film Alibi (1929), diretto da Roland West.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Chester Morris si sposò due volte: la prima con Suzanne Kilborn. Dal matrimonio (1927-1939) nacquero due bambini, Brooks e Cynthia. L'unione finì in un divorzio. Il secondo matrimonio, celebrato il 30 novembre 1940, fu quello con Lillian Kenton Barker. La coppia ebbe un figlio che chiamarono Kenton[3].

Sofferente da tempo di cancro, la malattia fu la probabile causa che spinse nel 1970 l'attore alla decisione di togliersi la vita tramite un'overdose di barbiturici[4].

Spettacoli teatrali[modifica | modifica sorgente]

  • The Copperhead (Broadway, 18 febbraio 1918-giugno 1918)

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Find a Grave IBDB IMDb
  2. ^ IBDB
  3. ^ Find a Grave
  4. ^ IBDB

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 96711683 LCCN: n85138311