Cheratectomia fotorefrattiva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cheratectomia fotorefrattiva al US Naval Medical Center

La Cheratectomia fotorefrattiva (PRK) e la Cheratectomia subepiteliale assistita dal laser (LASEK) sono procedure di chirurgia laser all'occhio per la correzione della visione della persona, riducendo la dipendenza da occhiali o lenti a contatto. La prima procedura PRK fu eseguita nel 1987 dal dottor Theo Seiler al centro medico della Libera Università di Berlino in Germania.

Nel 1998 uscì la prima pubblicazione scientifica della tecnica LASEK messa a punto dal dottor Massimo Camellin (Camellin M. LASEK: nuova tecnica di chirurgia rifrattiva mediante laser ad eccimeri. Viscochirurgia 1998;39-43, Cimberle M, Camellin M, “LASEK May Offer the Advantages of Both LASIK and PRK,”Ocular Surgery News, International Edition, March 1999, page 28, Massimo Camellin. LASEK e ASA: Storia, tecnica, risultati a lungo termine. Fabiano editore 2004). Grazie alla continua ricerca, il dottor Massimo Camellin ha perfezionato le tecniche di chirurgia con Laser ad Eccimeri mettendo a punto successivamente l’Epi-LASEK (2006).

LASEK e PRK cambiano permanentemente la forma della cornea centrale anteriore usando un laser ad eccimeri per ablare (rimuovere mediante vaporizzazione) una piccola parte del tessuto dello stroma corneale davanti all'occhio, sotto l'epitelio corneale. Lo strato esterno della cornea è rimosso prima dell'ablazione. Un sistema computerizzato traccia la posizione dell'occhio del paziente dalle 60 alle 4.000 volte al secondo, a seconda della marca di laser usato, redirezionando gli impulsi laser. I laser più moderni automaticamente si centrano sull'asse visuale del paziente e si fermano se l'occhio si muove al di là di un intervallo e ripristina l'ablazione dal momento in cui l'occhio e ricentrato.

Accesso alla PRK[modifica | modifica wikitesto]

Quasi fino all'80% della popolazione miope potrebbe fisicamente fare un'operazione PRK. I criteri da soddisfare sono:

  • Salute oculare normale
  • Avere 18 anni o più
  • Errore di rifrazione stabile
  • Tra le −1.00 e −12.00 diottrie di miopia
  • Non in gravidanza durante il periodo dell'operazione
  • Aspettative realistiche dei risultati finali
  • Grandezza delle pupille di 6mm o meno in una stanza buia ideale (alcuni nuovi laser possono accettare anche pupille più grandi)
  • Valutazioni delle allergie (come i pollini)

Ci sono anche condizioni pre-esistenti che possono complicare o precludere il trattamento:

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]