Chelsea Handler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chelsea Handler nel 2012

Chelsea Joy Handler (Livingston, 25 febbraio 1975) è una comica, scrittrice e conduttrice televisiva statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata in New Jersey, Chelsea è l'ultima dei sei figli di un ebreo e di una mormona[1]. Dopo aver abortito a sedici anni[2], la vita della Handler prese una piega precisa e all'età di diciannove anni la ragazza si trasferì a Los Angeles per diventare un'attrice.

La carriera della Handler cominciò con la stand-up comedy, ma ben presto la sua popolarità aumentò e la donna apparve di frequente in veste di opinionista per alcuni talk-show o come ospite in diverse serie televisive fra cui The Practice - Professione avvocati.

Nel 2006 venne assunta dalla rete televisiva E!, che le affidò la conduzione di un nuovo programma di sketch, il Chelsea Handler Show. Dopo aver presentato la trasmissione per una stagione, la Handler la abbandonò per condurre un talk-show in seconda serata, il Chelsea Lately. Questo show riscuote tuttora un'enorme successo di pubblico, soprattutto per il cinismo e l'irriverenza della conduttrice, che fra l'altro si diverte ad ospitare ed intervistare personaggi poco conosciuti o di scarsa rilevanza nel mondo dello spettacolo[3].

Nel 2010 poi fu scelta per condurre gli MTV Video Music Awards.

Al mestiere di conduttrice la Handler alterna l'attività di scrittrice: nel 2005 pubblicò il libro di memorie Le mie storie da una botta e via (My Horizontal Life: A Collection of One-Night Stands), al quale seguirono Vodka, ci sei? Sono io, Chelsea (Are You There, Vodka? It's Me, Chelsea) e Chelsea Chelsea Bang Bang.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La comica Chelsea Handler, una star perché racconta sempre tutto in tv, Corriere della Sera. URL consultato il 31 agosto 2011.
  2. ^ Chelsea Handler ammette l'aborto a 16 anni, Gossip Today. URL consultato il 31 agosto 2011.
  3. ^ Chelsea Handler, la comica politicamente scorretta che sta conquistando gli States, tvblog. URL consultato il 31 agosto 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Chelsea Handler, Le mie storie da una botta e via (My Horizontal Life: A Collection of One-Night Stands), Mondadori, 2006. ISBN 88-04-55307-3.
  • Chelsea Handler, Vodka, ci sei? Sono io, Chelsea (Are You There, Vodka? It's Me, Chelsea), Mondadori, 2009. ISBN 88-04-59156-0.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 12619513 LCCN: n2005002617