Chausey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isole Chausey
Il forte sulla Grande Île
Il forte sulla Grande Île
Geografia fisica
Localizzazione La Manica
Coordinate 48°52′13″N 1°49′21″W / 48.870278°N 1.8225°W48.870278; -1.8225Coordinate: 48°52′13″N 1°49′21″W / 48.870278°N 1.8225°W48.870278; -1.8225
Geografia politica
Stato Francia Francia
Regione Bassa Normandia Bassa Normandia
Dipartimento Manica
Comune Granville
Demografia
Abitanti 30 (1999)
Cartografia
Wyspy Normandzkie.png
Mappa di localizzazione: Francia
Isole Chausey

[senza fonte]

voci di isole della Francia presenti su Wikipedia

Chausey è un gruppo di piccole isole e scogli al largo della costa della Normandia, nel canale de La Manica. Si trova a 17 km da Granville. Sebbene dal punto di vista geografico Chausey appartenga al gruppo delle Isole del Canale, viene raramemente menzionata perché, al contrario delle altre, non appartiene alla corona inglese, bensì alla Francia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel 933, il Duca di Normandia conquistò le Isole del Canale incluse Chausey, Minquiers e Ecrehos. Nel 1022, Riccardo II, duca di Normandia, diede Chausey e il baronato di Saint-Pair-sur-Mer ai monaci benedettini di Saint-Michel, i quali costruirono un monastero nella zona di Grande île.

Le isole furono assoggettate al Regno Unito a seguito della conquista dell'Inghilterra da parte di Guglielmo il Conquistatore, Duca di Normandia, nel 1066. Tuttavia nel 1202 in un conflitto con il Re Giovanni d'Inghilterra, Filippo Augusto di Francia, rivendicando diritti feudali sulla Normandia, convocò il re affinché dimostrasse i propri diritti o cedesse tutte le terre normanne che deteneva al Regno di Francia. Giovanni si rifiutò di comparire, e nel 1204 Filippo Augusto occupò le terre continentali del ducato di Normandia, ma fallì l'occupazione delle Isole del Canale. Il Trattato di Parigi del 1259 confermò la perdita della Normandia ma anche il possesso "di tutte le isole (se ve ne fossero state) che il re d'Inghilterra riuscisse a possedere" sotto la sovranità del Re di Francia. Tale richiesta di vassallaggio terminò nel 1360 con il Trattato di Calais.

Chausey fu per molto tempo oggetto di rivalità tra inglesi e francesi. Sebbene il governo inglese abbia sostenuto che fino al 1764 Chausey è appartenuta all'Inghilterra, Chausey, diversamente dalle altre isole, è stata di fatto francese per secoli. È stata amministrata da Jersey fino al 1499, quando fu abbandonata alla Francia per ragioni sconosciute. Lo storico del Jersey Alec Podger ha suggerito che fu troppo costoso in termini di denaro e manodopera mantenerne il controllo, e poiché l'isola non era sulle vie commerciali venne deciso che i benefici non coprivano i costi. Per molto tempo divenne una base di pirati e luogo di affari illeciti.

La Fortezza di Matignon fu costruita nella metà del Sedicesimo secolo; si trattava di un forte quandrangolare, con una torre circolare, una panetteria, una cantina ed una stalla. Fu allargata nel 1740, ed oggi è conosciuta con il nome di Château Renault, dopo che l'ingegnere automobilistico Louis Renault l'acquistò e restaurò nel ventesimo secolo. Oggi è proprietà privata di una famiglia parigina.

Questa fortezza, tuttavia, non venne ritenuta sufficiente per difendersi da una possibile invasione inglese, e così Napoleone III nel 1859 ordinò la costruzione del Forte oggi visibile. Questo fu completato nel 1866, ma cessò di essere un presidio militare nel 1906. In seguito, venne utilizzato per incarcerare 300 prigionieri di guerra tedeschi e austriaci durante la Prima guerra mondiale, e fu quindi usato come presidio dai tedeschi nella Seconda guerra mondiale. Oggi il forte funge da abitazione per alcuni pescatori.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]