Carlotta Margherita di Montmorency

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crown of Italian noble.svg
Carlotta Margherita di Montmorency
Ritratto (miniatura) di Armando di Borbone-Conti
Ritratto (miniatura) di Armando di Borbone-Conti
Principessa di Condé e Duchessa di Montmorency
Trattamento Principessa
Nascita Pezenas , 1594
Morte Parigi, 1650
Padre Enrico I di Montmorency
Madre Luisa di Budos
Consorte Enrico II di Borbone-Condé
Religione cattolicesimo

Carlotta Margherita di Montmorency (Pezenas, 11 maggio 1594Parigi, 2 dicembre 1650) fu una nobile francese, principessa di Condé e duchessa di Montmorency.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlia del duca Enrico I di Montmorency e della sua seconda moglie Luisa di Budos, appena quattordicenne fece breccia nell'interesse di Enrico IV di Francia. Poiché era fidanzata con Francesco di Bassompierre, marchese d'Haroué, Enrico IV brigò perché andasse invece in sposa a un suo fedelissimo, il principe Enrico II di Borbone-Condé, in modo da poter godere liberamente della compagnia della dama senza incontrare ostacoli da parte di un marito geloso.[1] Il matrimonio venne celebrato l'11 maggio 1609 a Chantilly e Carlotta divenne così principessa di Condé.[2]

Enrico II tuttavia si dimostrò un marito tutt'altro che accondiscendente e, per sottrarre la moglie alle voglie del re, fuggì con lei a Bruxelles[3] e ritornò a Parigi solo dopo la morte di Enrico IV.

Nel 1613 Enrico II si oppose al governo della reggente Maria de' Medici, fomentando la rivolta, ma nel 1616 sia lui che la moglie furono arrestati e imprigionati a Vincennes, dove nacquero i loro primi quattro figli. Vennero liberati nel 1620 per volere di Luigi XIII di Francia.

Ducato di Montmorency
Montmorency
Coa fam FRA montmorency.jpg

Anne
Francesco
Enrico I
Enrico II
Carlotta Margherita
Modifica

Carlotta diede al marito sei figli ma solo tre raggiunsero l'età adulta:[4]

Nel 1632, alla morte del fratello Enrico II di Montmorency, divenne duchessa di Montmorency.

Il 21 aprile 1643 fece da madrina, insieme al cardinale Giulio Mazzarino, al Delfino Luigi, figlio ed erede del re Luigi XIII di Francia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Guido Gerosa, Il Re Sole.
  2. ^ Montmorency 3
  3. ^ http://www.storiadifrancia.it/Enrico%20IV/Enrico%20IV.htm
  4. ^ Capet 41

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Janine Garrisson, Enrico IV e la nascita della Francia moderna, Milano, Mursia, 1987.
  • Maria Luisa Mariotti Masi, Maria de' Medici, Milano, Mursia, 1994. ISBN 88-425-3520-6
  • André Castelot, Maria de' Medici: un'italiana alla corte di Francia, Milano, Rizzoli, 1996.
  • Guido Gerosa, Il Re Sole. Vita privata e pubblica di Luigi XIV, Milano, Mondadori, 1998. ISBN 88-04-47181-6
  • Marcello Vannucci, Caterina e Maria de' Medici regine di Francia, Roma, Newton&Compton Editori, 2002. ISBN 88-8289-719-2
  • Benedetta Craveri, Amanti e regine. Il potere delle donne, Milano, Adelphi, 2005. ISBN 88-459-1999-4

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Ducato di Montmorency Successore Armoiries Montmorency.png
Enrico II
16141632
1632 - 1650 titolo estinto

Controllo di autorità VIAF: 89259045