Charles D. Hall

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Charles D. Hall (Norwich, 20 aprile 1888Los Angeles, 8 aprile 1970) è stato uno scenografo statunitense di origine inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera nel vaudeville inglese al servizio del grande impresario Fred Karno come scenografo, emigrato in America nel 1910, dieci anni dopo trova lavoro presso un illustre connazionale nato quasi un anno esatto dopo di lui: Charlie Chaplin. Per Chaplin lavora come scenografo in quattro pellicole, Il monello, Tempi moderni, Giorno di paga e Charlot e la maschera di ferro, restando con lui dal 1921 al 1923. Nel 1927 lavora all'horror Il castello degli spettri diretto da Paul Leni e con lo stesso regista, nel medesimo anno, mette in scena L'uomo che ride tragica storia di un uomo dal volto storpiato in un'eterna risata. Nel 1931 è lo scenografo di Dracula, diretto da Tod Browning e interpretato dal grande Bela Lugosi e nello stesso anno lavora a un altro classico dell'horror Frankenstein per la regia di James Whale e interpretato da Boris Karloff. Sempre con Whale nel 1933 firma le scenografie di un'altra pietra miliare del cinema L'uomo invisibile. Dopo tanti successi passa al melodrammatico lavorando a un film, piuttosto fiacco, di John M. Stahl, Lo specchio della vita; per poi tornare all'horror con Whale nel celebre La moglie di Frankenstein. Ad altri film meno felici seguono anche altre proficue collaborazioni come nel caso di Noi siamo le colonne del 1940 e diretto da Alfred Goulding con Stan Laurel altro veterano del gruppo di Karno. Negli anni cinquanta passa a lavorare alla tv per poi ritirarsi a vita privata a metà dello stesso decennio, muore nel 1970.

Filmografia (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Charles D. Hall in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.

Controllo di autorità VIAF: 53955550

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema