Charles César de Fay de La Tour-Maubourg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charles César de Fay de La Tour-Maubourg

Charles César de Fay de La Tour-Maubourg (Drôme, 11 febbraio 1757Parigi, 28 aprile 1831) è stato un militare e politico francese durante la rivoluzione francese e il primo impero.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di Claude Florimond de Fay (1712–1790) e di Vacheron Bermont Marie Françoise (m. 1712) durante la monarchia fu colonnello del Regiment de Soissons.[1]

Allo scoppio della rivoluzione venne inserito nella nobiltà di Puy-en-Velay e inviato agli Stati Generali. Amico di Gilbert du Motier de La Fayette, fu uno dei primi nobili ad aderire al Terzo stato. Fu rappresentante del Nord e del Pas de Calais.[2]

Venne incaricato, con Antoine Barnave e Jerome Pétion de Villeneuve di riportare la famiglia reale francese a Parigi dopo il suo arresto a Varennes nel giugno 1791.[3] La sua devozione, in questa occasione, non venne riconosciuta da Maria Antonietta. Comunque, nelle sue memorie, Madame Tourzel, testimone dei fatti, riconobbe la sua dedizione alla famiglia reale.[4]

Fu colonnello del III regiment di cacciatori a cavallo dal 1791 al febbraio 1792. Con la separation stability dall'Assemblea Nazionale Costituente, he accompagnò il marchese de Fayette nell'Armata del Centro nel 1792, ed emigrò con lui dopo la caduta di Luigi XVI, il 10 agosto 1792. Arrestato a Rochefort, con Lafayette, e imprigionato dagli austriaci, venne rilasciato dopo il trattato di Campoformio (18 ottobre 1797) e visse poi in esilio ad Amburgo.

Tornò in Francia nel 1798 e divenne membro del Corpo legislativo, (sot to il Direttorio), e quindi del Senato nel 1804, durante il primo impero francese. Nel 1808 venne nominato governatore militare di Cherbourg, ed egli fece sì che il suo porto divenisse uno dei maggiori di Francia. Venne incluso fra i componenti della Camera dei Pari dai Cento giorni al 1819. Preoccupato per la gestione del suo patrimonio, prenderà parte al finanziamento delle attività industriali di Pierre Samuel du Pont de Nemours, fondatore della famosa dinastia americana.

Nel 1814 venne nominato, al momento della restaurazione borbonica, e conservò la sua posizione durante i Cento Giorni, commissario del governo per taluni servizi nell'Occidente della Francia. Durante la caduta di Napoleone venne escluso dal governo fino al 1819. Venne poi reintegrato al Senato e nominato cavaliere dell'ordine di San Luigi. Napoleone lo nominò commendatore della Legion d'onore.[5]

César de Fay de La Tour-Maubourg sposò Henriette de Tenella Pinault, erede di un membro del Parliament di Douai. Essi ebbero molti figli[6] ed egli morì a Parigi nel 1831.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Napoleon Series: September 2005, État Militaire de France pour l’année 1789
  2. ^ Leopold George Wickham Legg, Select Documents Illustrative of the History of the French Revolution: The Constituent Assembly, Clarendon press, 1905, p. 61.
  3. ^ Jérôme Pétion, Jérôme Pétion de Villeneuve, François Buzot, Charles Jean Marie Barbaroux e Charles-Aimé Dauban, Mémoires inédits de Pétion et mémoires de Buzot et de Barbaroux, accompagnés, H. Plon, 1866, p. 189.
  4. ^ Louise Elisabeth Tourzel, François Joseph de Pérusse Des Cars, Memoirs of the Duchess de Tourzel, Remington & Co., 1886, p. 340.
  5. ^ Henri La Fayette Villaume Ducoudray Holstein, Le Glaneur Francais, Number One, Russell Robbins, 1833, pp. 240–242.
  6. ^ "Basterot"

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • F J of Basterot: Memories of young childhood Paris, 1896
  • CH Bertholet: Contribution to History of the Fay de la Tour Maubourg; Per Lou Chamis, special issue, 1982.
  • Madam de Tourzel: Mémoires, The mercury of France, 1986.
  • History and dictionary of French revolution (1789 - 1799) di Jean Tulard, Jean-François Beech, Alfred Fierro
  • R of Nomazy: Maubourg, Edition of the Collieries of the Loire, 1956
  • L. Castling: Catalogue Historique of Généraux, Paris, Desaide, 1896
  • Biographical dictionary of the General Officers High-Loire
  • It was once Maubourg, Association of the Friends of the Field of Maubourg, 2006
  • Legion d' Honor: Legionaries of Haute-Loire.
  • New Générale Biography; Volume 29, Didot, 1859.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]