Charing Cross (metropolitana di Londra)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Underground.svg Charing Cross
Stazione della metropolitana di Londra
Gestore TFL
Inaugurazione 1906
Stato In uso
Linea Northern Line
Bakerloo Line
Localizzazione Charing Cross
Tipologia Stazione sotterranea
Note 21,390 milioni di passeggeri nel 2007
Mappa di localizzazione: Londra
Charing Cross
Metropolitane del mondo

Coordinate: 51°30′28.8″N 0°07′29.1″W / 51.508°N 0.12475°W51.508; -0.12475

Come l'area attorno a Charing Cross era nel 1972, nel 1979 e nel 2006.

Charing Cross è una stazione della metropolitana di Londra. È situata nella City of Westminster, nella Travelcard Zone 1. La stazione è situata sulla Northern Line fra Leicester Square e Embankment, mentre sulla Bakerloo Line è posta fra le stazioni di Embankment e Piccadilly Circus.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Le stazioni presenti sulla Bakerloo Line e sulla Northern Line erano originariamente due stazioni separate, e vennero unite solamente quando venne creata la Jubilee Line. Inoltre la stazione ha conosciuto numerosi cambi di nomi.

La prima parte del complesso, la stazione presente sulla Bakerloo Line, è stata aperta dalla Baker Street & Waterloo Railway (BS&WR) il 10 marzo 1906 con il nome di Trafalgar Square.

La stazione presente sulla Northern Line invece venne aperta dalla Charing Cross, Euston and Hampstead Railway (CCE&HR) il 22 giugno 1907 con il nome di Charing Cross. Anche se entrambe le stazioni erano gestite dalla Underground Electric Railways Company of London, non vi era alcun collegamento diretto fra di loro e i passeggeri per poter passare da una stazione all'altra erano costretti ad utilizzare una coppia di ascensori per poter andare sulla superficie, per poi proseguire a piedi. Nel tentativo di migliorare le capacità di interscambio, la CCE&HR estese Charing Cross per un breve tratto a sud per collegare la stazione con la District Line. La stazione di interscambio fra la Bakerloo Line e la District Line viene riconosciuta come Charing Cross (Embankment), mentre l'originaria stazione di Charing Cross venne rinominata in Charing Cross (Strand).

Questi nomi durarono per poco tempo: infatti il 9 maggio 1915 la stazione di Charing Cross (Strand) venne rinominata Strand mentre Charing Cross (Embankment) cambiò il suo nome in Charing Cross. Inoltre venne cambiato anche il nome della stazione di Strand sulla Piccadilly Line in Aldwych per evitare confusione. La piattaforma sulla Northern Line di Strand venne chiusa il 4 giugno 1973 per consentire la costruzione della nuova piattaforma della stazione sulla Jubilee Line. Inoltre, in previsione della costruzione della nuova piattaforma, il nome della stazione di Charing Cross di quel tempo (l'attuale Embankment) venne cambiato in Charing Cross Embankment. Le piattaforme sulla Jubilee Line e la rinnovata piattaforma sulla Northern Line (chiusa dal 4 giugno) aprirono il 1º maggio 1979, data dove ad entrambe le stazioni (Strand e Charing Cross Embankment) venne dato il nome attuale, rispettivamente Charing Cross ed Embankment.

Anche se la stazione di Charing Cross fu costruita come il capolinea meridionale della Jubilee Line, era già stato pianificato di continuare la linea fino a Lewisham, a sud-est di Londra. I tunnel sono stati quindi costruiti oltre la stazione di Charing Cross, anzi, quasi fino alla stazione di Aldwych che secondo i piani doveva essere la prossima tappa sulla linea. La successiva rigenerazione dei London Docklands nell'East End di Londra fra il 1980 e il 1990 richiese supplementari stazioni e quindi la Jubilee Line si estese fino a Green Park per poi proseguire fino a Westminster, Waterloo e London Bridge per poi servire anche le aree di Greenwich ed i dintorni.

La costruzione dei nuovi tunnel proseguì e, dopo la costruzione del tratto fra Green Park e Waterloo, la piattaforma di Charing Cross sulla Jubilee Line fu chiusa al pubblico. Tuttavia è possibile vedere la piattaforma attraverso le porte chiuse in fondo alle scale mobili della sala biglietteria.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]