Charikar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Charikar
città
چاریکار
Dati amministrativi
Stato Afghanistan Afghanistan
Provincia Parvan
Distretto Charikar
Territorio
Coordinate 35°00′47″N 69°10′08″E / 35.013056°N 69.168889°E35.013056; 69.168889 (Charikar)Coordinate: 35°00′47″N 69°10′08″E / 35.013056°N 69.168889°E35.013056; 69.168889 (Charikar)
Altitudine 1600 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orario UTC+4:30
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Afghanistan
Charikar

Charikar (persiano: چاریکار, pronunciato Chârikâr) è la principale città della valle del Kohdaman nonché capitale della provincia di Parvan in Afghanistan settentrionale. La città si trova 69 km a nord di Kabul. Charikar è all'entrata della vallata del Panjshir, dove le pianure Shamali incontrano le pendici dell'Hindu Kush. Buona parte della popolazione cittadina è composta da Tagiki. Charikar è nota per le sue ceramiche e per le uve di alta qualità.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Si dice che Charikar sia stata fondata in tempi antichi da Jamshid (re Yama) e poi rifondata in seguito dal re dell'impero Kushan, Kanishka.

All'inizio del XIX secolo divenne un fiorente centro di commercio che ospitava migliaia di abitanti.[1]

Charikar fu un importante centro strategico nel corso della prima guerra anglo-afghana dove, nel 1841, fu massacrata una guarnigione britannica.[2] La provincia fu conquistata dai Pashtun durante l'espansione dell'impero Durrani. Durante l'invasione sovietica dell'Afghanistan la zona attorno a Charikar fu scossa da numerosi conflitti.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Balland, Daniel. "ČĀRĪKĀR". Encyclopædia Iranica, Columbia University
  2. ^ George Weber, Pioneer Biographies of the British Period to 1947, 14 gennaio 2001. URL consultato il 19 dicembre 2007.
  3. ^ "Charikar". The Columbia Encyclopedia, Columbia University Press. 2007