Chamaeleo calyptratus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Camaleonte velato
Camaleonte calyptratus.jpg
Chamaeleo calyptratus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Sauria
Famiglia Chamaeleonidae
Sottofamiglia Chamaeleoninae
Genere Chamaeleo
Specie C. calyptratus
Nomenclatura binomiale
Chamaeleo calyptratus
(Duméril e Bibron, 1851
Areale

Chamaeleo calyptratus distribution.png

Il camaleonte velato (Chamaeleo calyptratus Duméril e Bibron, 1851) è una specie di camaleonte presente nella penisola Arabica.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Questa specie presenta un chiaro dimorfismo sessuale. I maschi adulti possono raggiungere una lunghezza complessiva di 60 cm, la maggior parte degli esemplari tuttavia non supera i 35-45 cm. Le femmine sono più piccole, con una lunghezza media complessiva di poco meno di 30 cm.

Yemen Chameleon (cropped).jpg

Lo spettro completo dei colori dei loro cromatofori comprende verde, marrone, bianco, nero, giallo e arancione, così come molte altre sfumature.Il maschio è principalmente di colore verde, con strisce e macchie di colore giallo, marrone e blu. A seconda dello stato emotivo dell'animale, il colore può variare da un verde brillante a un rosso grigiastro. Quando sono stressati, spesso mostrano una forte colorazione, tra cui un giallo acceso e talvolta possono diventare anche completamente neri. Le femmine non recettive e i camaleonti giovani sono generalmente di un colore verde uniforme, con alcune macchie bianche. In cattività le femmine gravide tendono a essere di un verde molto scuro con macchie blu e gialle.

I maschi hanno piccoli speroni dietro le zampe posteriori, mentre le femmine ne sono sprovviste. Maschi e femmine hanno entrambi sulle loro teste un'escrescenza decorativa chiamata "casco". Il casco del maschio però, è molto più sviluppato di quello della femmina.
Hanno un corpo appiattito e le zampe hanno dita fuse a tenaglia con tre dita esterne e due dita interne nelle zampe anteriori, l'opposto sulle posteriori. Le dita sono dotate di forti artigli. La coda prensile agisce come una quinta appendice ed è capace di sorreggere l'intero peso dell'animale.
I suoi occhi funzionano indipendentemente l'uno dall'altro, permettendo al camaleonte di guardare davanti e dietro allo stesso tempo, avendo un campo visivo a quasi 360°. La cresta gulare è ben sviluppato in tutti e due i sessi, costituito da squame spinose, alte e a pettine, ordinate in una singola fila.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Chamalaeo calyptratus di 3 o 4 mesi

Si tratta di animali quasi essenzialmente arborei che vivono soprattutto tra i rami degli alberi di Acacia o di Euphorbia, ma anche su altre piante e arbusti. Passa la stragrande maggioranza della sua vita ad una altezza di 1-3 m dal suolo, dormendo nei rami più alti.
I maschi sono animali solitari ed è tipico che difendano il loro territorio strenuamente da ogni altro maschio. Nelle controversie mostrano un colore tipico, appiattiscono il loro corpo e gonfiano la sacca sulla gola, emettendo fruscii e soffi. Se questo comportamento non ha l'effetto desiderato, si può arrivare al conflitto, durante il quale possono causarsi gravi lesioni.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

È un predatore d'agguato, ed è capace di rimanere immobile e mimetizzato, per tempi molto lunghi. Questi camaleonti sono animali onnivori. Sebbene la loro principale dieta consiste di insetti, a volte consumano foglie, fiori e frutti di varie piante. Ciò si può osservare frequentemente nei periodi di siccità. Come tutti i camaleonti, preferiscono bere acqua in gocce sulle foglie. Non sempre riconoscono l' acqua stagnante, e possono disidratarsi se questa è la loro unica fonte. Il camaleonte velato mangia per la maggior parte insetti e le loro larve, artropodi e piccoli animali, presenti nel loro ambiente, anche se le sue prede preferite sono cavallette e grilli. È molto vorace e la lunga lingua può intrappolare anche grossi ragni e scorpioni e piccoli vertebrati come lucertole, gechi, o giovani uccelli. Solo gli adulti di camaleonte dello Yemen integrano la loro dieta con alimenti vegetali, mangiano foglie verdi, fiori e frutti. In ogni caso restano quasi completamente insettivori . Essi sono in grado di catturare le prede "sparando" la loro viscida lingua fuori dalla bocca ad alta velocità. La lingua è anche usata come organo olfattivo e di gusto. Essi vanno spesso a caccia di specifici gruppi di prede. Gli insetti verdi sono particolarmente ricercati, e il fatto di integrare la dieta con materiale vegetale è un caso raro tra i camaleonti, abitudine probabilmente dovuta al fine principale di avere una fonte d'acqua per la stagione secca. Tra il cibo vegetale l'animale preferisce in particolare le succulente foglie delle varie specie di Kalanchoe. Questo cibo è l'ideale per bilanciare la carenza d'acqua dei tremendi mesi di siccità che gli animali che vivono nelle steppe devono affrontare. Di solito lecca via la rugiada dalle foglie.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Femmina gravida

Le femmine diventano sessualmente mature a 4-6 mesi, i maschi un po' più tardi. Durante la stagione degli amori, che cade nei mesi di settembre e ottobre, le femmine passano da un colore verde chiaro ad una colorazione più scura e in tal modo comunicano al maschio la disponibilità all'accoppiamento. La copula dura circa 5 minuti. Entro 18 ore dopo un accoppiamento riuscito sul dorso della femmina gravida compaiono macchie blu e gialle. La deposizione delle uova, lunghe circa 15 millimetri e larghe 10 millimetri, avviene da 20 a 30 giorni dopo l'accoppiamento. Le femmine scavano buche di 20 cm di profondità; fatto questo depongono da 35 a 86 uova. Le uova si schiudono dopo 150-200 giorni e subito dopo la schiusa i piccoli si separano.[3]

L'aspettativa di vita è in genere di cinque anni per le femmine e fino a otto anni per i maschi.[senza fonte]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

La specie abita una vasta e climaticamente eterogenea area di distribuzione nel sud della penisola arabica. Vive nelle aree montuose dello Yemen e nella parte sud-occidentale dell'Arabia Saudita. È reperibile ad altitudini comprese tra i 1200 - 2000 m sul livello del mare.[1] Popolazioni naturalizzate si possono trovare in Florida e alle Hawaii, derivanti da fughe o abbandoni di esemplari tenuti in cattività.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Esistono due sottospecie riconosciute:[2]

  • Chamaeleo calyptratus calyptratus Duméril & Bibron, 1851
  • Chamaeleo calyptratus calcarifer Peters, 1871

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List classifica C. calyptratus come specie a basso rischio (Least Concern).[1]

La specie è inserita nella Appendice II della Convention on International Trade of Endangered Species (CITES)[4]

Allevamento[modifica | modifica sorgente]

Il camaleonte dello Yemen è allevabile in coppia in un terrario avente dimensioni minime di cm 120x90x100, o individualmente in un terrario di almeno 80x70x150 cm. Non è possibile allevare più maschi insieme. In cattività si accoppia durante tutto l'anno e può avere fino a tre covate all'anno. Il terrario deve essere riscaldato a una temperatura di 28-35 °C e deve disporre di un gocciolatoio per mantenere l'umidità costante e per permettere all'animale di abbeverarsi. Di notte è possibile tenerlo a temperatura ambiente. Il terrario deve essere inoltre dotato di appigli per l'arrampicata e le rocce e le piante vive sono l'ideale per aiutare a mantenere il microclima. Piante adatte sono l'ibisco o i ficus a foglie piccole.[senza fonte]

In cattività questo camaleonte viene alimentato principalmente di grilli delle giuste dimensioni a seconda della stazza e dell'età dell'animale, ma l'ideale sarebbe rendere la loro dieta più varia possibile offrendo cavallette, scarafaggi, ragni, mosche, moscerini e altri insetti. È necessario integrare vitamine e minerali. La specie quindi in linea generale è molto apprezzata essendo una delle specie più colorate di camaleonti diffusa in cattività, "facile" da mantenere, e in grado di riprodursi.[senza fonte]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Wilms, T., Sindaco, R. & Shobrak, M. 2012, Chamaeleo calyptratus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ a b Chamaeleo calyptratus in The Reptile Database. URL consultato il 3 luglio 2013.
  3. ^ Camaleonte velato in Parco Natura Viva - Centro Tutela Specie Minacciate. URL consultato il 3 luglio 2013.
  4. ^ CITES - Appendices I, II and III in Convention On International Trade In Endangered Species Of Wild Fauna And Flora, International Environment House, 2011.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • L. J. Davison: Chameleons. Their Care and Breeding (1997) - Hancock House
  • P. de Vosjoli, G. Ferguson: Care and Breeding of Chameleons (1995) - The Herpetocultural Library
  • W. Schmidt, K. Tamm, E. Wallikewitz: Chameleons. Species (1994) - T.F.H.
  • M. Rogner: Lizards. Volume 1 (1997) - Krieger

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili