Cetomimidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cetomimidae
Ditropichthys storeri.jpg
Ditropichthys storeri
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cetomimiformes
Famiglia Cetomimidae

I Cetomimidae sono una famiglia di pesci ossei abissali appartenenti all'ordine Cetomimiformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa famiglia è presente in tutti gli oceani a grande profondità mentre non si trova nei bacini marginali come il mar Mediterraneo.

Vivono a profondità molto elevate, fino a parecchie migliaia di metri, nel piano abissale. Poche specie, tra cui Mirapinna esau, sono state trovate solo in acque superficiali.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Sono animali dotati di un aspetto caratteristico. Hanno occhi piccolissimi e quasi invisibili. La bocca invece è ampia e talvolta molto grande. La pinna dorsale e la pinna anale sono abbastanza grandi e sono simmetriche, disposte nella parte posteriore del corpo. La pinna caudale è di piccole dimensioni. Le pinne ventrali sono sempre assenti, le pinne pettorali sono di solito piccole e talvolta quasi rudimentali. Questo schema, riferito alle specie del genere Cetomimus ammette però ampie variazioni nell'aspetto generale: alcuni generi come Mirapinna o Parataeniophorus hanno ampie pinne pettorali a ventaglio e raggi allungati nelle pinne, Eutaeniophorus invece ha corpo molto allungato, anguilliforme, e bocca piccola. I fotofori sono sempre assenti.

La colorazione dell'animale vivo è brunastra o rossiccia con pinne e mascelle rosso o arancio vivo.

Sono pesci di piccole dimensioni che raramente superano i 10 cm di lunghezza anche se un paio di specie possono raggiungere i 20 cm.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Data la rarità e la difficoltà di reperimento di questi pesci (molte specie sono conosciute solo per l'olotipo) si può dire che la loro biologia è completamente ignota.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel contenuto stomacale di alcuni individui sono stati trovati dei resti di crostacei, è l'unica informazione che abbiamo sull'alimentazione dei Cetomimidae.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

La pesca è rara ed esclusivamente casuale, di solito con draghe o reti a strascico scientifiche. Questa famiglia non riveste alcuna importanza economica.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Per molti anni si sono suddivisi i Cetomimidae in tre famiglie: Megalomycteridae, in cui venivano inclusi gli individui maschili, Cetomimidae, che comprendeva le femmine, e Mirapinnidae per gli stadi giovanili. Solo nel 2009 si è compreso che queste forme così apparentemente diverse appartengono ai membri di una sola famiglia in vari stadi vitali[1].

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fishbase. URL consultato il 27/03/2013.
  2. ^ Lista di specie da Fishbase. URL consultato il 27/03/2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci