Cetaganda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cetaganda
Titolo originale Cetaganda
Autore Lois McMaster Bujold
1ª ed. originale 1996
Genere Romanzo
Sottogenere Space opera
Lingua originale inglese
Serie Ciclo dei Vor
Preceduto da Il gioco dei Vor
Seguito da La spia dei Dendarii

Cetaganda è un romanzo di fantascienza della scrittrice americana Lois McMaster Bujold. Pubblicato nel 1996, è il settimo romanzo del ciclo dei Vor.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Cetaganda, da cui il titolo dell'opera, è un sistema stellare, formato da otto pianeti (Rho Ceta, Eta Ceta etc.), tra i più ricchi e importanti dell'universo creato dalla Bujold.

Molto prima della nascita di Miles Vorkosigan (protagonista del romanzo), immediatamente dopo la fine dell'era dell'isolamento l'esercito invasore Cetagandano aveva tentato di assorbire Barrayar all'impero. Il progetto fallì grazie alla strenua resistenza della popolazione. Il nonno di Miles, il Generale Conte Piotr Vorkosigan, è tra coloro, che hanno combattuto per scacciare l'invasore.

In questo romanzo si narra la prima missione diplomatica di Lord Miles Vorkosigan, accompagnato da sui cugino Lord Ivan Vorpatril, al di fuori del dominio barrayarano. Miles viene mandato presso il pianeta centrale dell'Impero Cetagandano, quale rappresentante dell'Imperatore Gregor Vorbarra, ai funerali di stato dell'imperatrice madre di Cetaganda.

Miles è stato spedito lontano da Barrayar, per tenersi lontano dai guai. Ciò nonostante e suo malgrado, viene coinvolto in una complotto teso a rovesciare l'attuale regnante dell'Impero Cetagandano, coinvolgendo Barrayar in un tentativo di depistaggio. Tale situazione potrebbe riaccendere l'odio mai sopito tra i due imperi e scatenare una guerra interstellare.

Nonostante i tentativi del cugino di dissuaderlo dall'intervenire, Miles si mette in testa di risolvere la situazione anche grazie all'aiuto, che nel corso del romanzo, gli viene fornito da alti personaggi della residenza imperiale cetagandana.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]