Cesio Basso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Cesio Basso, in latino Caesius Bassus, fu un grammatico e poeta lirico romano vissuto all'epoca di Nerone e morto probabilmente durante l'eruzione del Vesuvio del 79. Il suo amico Aulo Persio Flacco gli dedicò una satira. Quintiliano lo considera il secondo lirico romano dopo Orazio. Purtroppo non sono molte le sue opere giunte a noi ma solo pochi frammenti. Cesio cita anche il gioco Stomachion suddiviso in 14 tessere di cui si erano perse le tracce.[1]

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Fragmenta carminum
  • Liber de metris
  • [Bassus] De metris Horatii
  • [Bassus] Breviatio pedum

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.antoniorandazzo.it/STOMACHION%20ARCHIMEDE/Morelli2009.pdf