Cesare Calense

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Battesimo di Cristo con San Francesco d'Assisi

Cesare Calense[1] (... – ...) è stato un pittore italiano manierista.

Nacque nella provincia di Lecce, non si conosce da chi apprese l'arte pittorica [2] a Forio nell'isola d'Ischia [3]. Fu attivo nel sec. XVII, e per quello che si evince dai contratti e dai registri parrocchiali almeno tra il 1588 al 1641.

Il Calense operò a Napoli, dove ci rimangono due tele la Deposizione dalla Croce, nella Chiesa di San Giovanni Battista e Il Battesimo di Cristo con San Francesco d'Assisi e nell'isola di Ischia. Molte delle sue opere andarono distrutte o sono state mal restaurate. I suoi dipinti erano contrassegnati dalla scritta "Caesar Calensis pingebat".

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Deposizione dalla Croce, nella chiesa di San Giovanni Battista a Napoli
  • Il Battesimo di Cristo con San Francesco d'Assisi , nella stessa chiesa
  • Assunta nel soffitto della chiesa di Santa Maria di Loreto a Forio[4]
  • Madonna di Loreto nell'abside della stessa chiesa[4]
  • San Nicola da Tolentino nella chiesa di Santa Maria di Loreto a Forio[4]
  • San Giovanni Evangelista nella chiesa di Santa Maria di Loreto a Forio
  • Sant’Agostino con S. Monica e S. Nicola da Tolentino nella chiesa di S. Maria del Soccorso a Forio
  • Trittico con Madonna delle e i ss. Vito e Caterina d'Alessandria nella chiesa di San Vito a Forio[5]
  • Martirio di Caterina d'Alessandria nella chiesa di San Vito a Forio[5]
  • Trinità con San Gennaro e Santa Cecilia nella chiesa di San Vito a Forio
  • La Madonna e i Santi nella chiesa di San Rocco a Barano
  • Martirio di S. Bartolomeo nella chiesa di Santa Maria di Loreto a Forio
  • Madonna del Carmine con Santo Stefano e San Lorenzo chiesa di Santa Sofia a Giuliano[6]
  • Madonna con San Sebastiano e Gennaro nella chiesa di Santa Maria delle Grazie a Sant'Agata sui due Golfi[7]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a volte trascritto come Calise, Giuseppe Alparone, "Cesare Calise, manierista del Seicento", in Massimo Ielasi (a cura di), Artisti dell'isola d'Ischia, Napoli, Società editrice napoletana, 1982, pp. 33-41
  2. ^ Vite dei pittori, scultori ed architetti napoletani, Volume 2 di Bernardo De Dominici pagina 248
  3. ^ Storia dell’Isola d’Ischia (1867) di Giuseppe D’Ascia (1822 -1889)
  4. ^ a b c Tci, op. cit., p. 392, come Cesare Calise
  5. ^ a b Tci, op. cit., p. 393, come Cesare Calise
  6. ^ A.A. V.V Note e documenti per la storia di Orta di Atella - maggio 2006
  7. ^ Tci, op. cit., p. 555

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giuseppe Alparone - Caesar Calensis Pingebat in Ricerche contributi e Memorie. Napoli 1971
  • Michael Bryan, Dictionary of Painters and Engravers, Biographical and Critical (Volume I: A-K), a cura di Robert Edmund Graves, York St. #4, Covent Garden, London; Original from Fogg Library, Digitized May 18, 2007, George Bell and Sons, 1886, pages 210–211.
  • (IT) Varii, Napoli e dintorni, Quinta edizioneª ed., Milano, Touring club italiano, 1976.