Cesare Arzelà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cesare Arzelà

Cesare Arzelà (Santo Stefano di Magra, 6 marzo 1847Santo Stefano di Magra, 15 marzo 1912) è stato un matematico italiano, noto soprattutto per i suoi contributi alla teoria delle funzioni di variabile reale.

Si formò alla Scuola Normale Superiore di Pisa, dove si laureò nel 1869, e successivamente insegnò presso le Università di Palermo (cattedra di algebra) nel 1878 e di Bologna (cattedra di calcolo) dal 1880 fino alla sua morte.

Individuò una condizione necessaria e sufficiente[quale?] per la continuità della somma di una serie di funzioni continue.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 12382139 LCCN: nr99016961