Certhia familiaris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rampichino alpestre
Treecreepers14.jpg
Certhia familiaris
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Certhioidea
Famiglia Certhiidae
Genere Certhia
Specie C. familiaris
Nomenclatura binomiale
Certhia familiaris
Linnaeus, 1758

Il rampichino alpestre (Certhia familiaris Linnaeus, 1758) è un uccello della famiglia Certhiidae.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È molto simile al rampichino comune; la taglia media è di circa 13 cm per 12 grammi di peso.[senza fonte] La schiena presenta un colore simile a una corteccia, che gli permette di mimetizzarsi perfettamente, con striature di varie tonalità di marrone e screziature di bianco; il petto e ventre sono di colore chiaro, quasi bianco, con qualche screziatura marrone.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

È un uccello insettivoro la cui tecnica di caccia consiste nell'arrampicarsi su tronchi e rami per scovare con il becco arcuato e fine larve, ragni e uova sotto la corteccia o sui muschi.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Costruisce il nido tra marzo e giugno nelle cavità e nelle fessure dei tronchi degli alberi. Vi depone dalle 6 alle 8 uova che si schiudono dopo 15 giorni di cova.

Rampichino alpestre

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Lo si trova in quasi tutta l'Eurasia, e qualche regione dell'Africa. In Italia lo troviamo sulle Alpi e sull'Appennino, sempre al di sotto dei 2000 m s.l.m., in foreste di conifere o anche in boschi misti.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Comprende le seguenti sottospecie:[2]

  • C. f. brittanica Ridgway, 1882
  • C. f. macrodactyla Brehm, 1831
  • C. f. corsa Hartert, 1905
  • C. f. familiaris Linnaeus, 1758
  • C. f. daurica Domaniewski, 1922
  • C. f. caucasica Buturlin, 1907
  • C. f. persica Zarudny & Loudon, 1905
  • C. f. bianchii Hartert, 1905
  • C. f. tianschanica Hartert, 1905
  • C. f. japonica Hartert, 1897

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Certhia familiaris in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Certhiidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato l'8 maggio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli