Centropyge bispinosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Centropyge bispinosa
Centropyge bispinosa 1.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Acanthopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Pomacanthidae
Genere Centropyge
Specie C. bispinosa
Nomenclatura binomiale
Centropyge bispinosa
(Günther, 1860)

Centropyge bispinosa (Günther, 1860) è un pesce di acqua salata appartenente alla famiglia Pomacanthidae[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Proviene dall'oceano Indiano e dall'oceano Pacifico, dove sta nella Barriera corallina[3].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il corpo è decisamente compresso ai lati, alto, e la livrea è appariscente: il corpo è viola scuro con un'ampia area gialla od arancione. Negli esemplari adulti la parte gialla è molto più estesa che nei giovani[4]. Le pinne sono viola e bordate di blu più chiaro, escluse le pinne pettorali e le pinne pelviche che sono gialle. Non supera i 10 cm[3].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Questo pesce è onnivoro, e si nutre sia di cnidari che di alghe[5].

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Può formare piccoli gruppi[1].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Questo pesce viene frequentemente importato per gli acquari perché rispetto agli altri Pesci Angelo nani è più resistente[6], ma è diffuso anche in diverse aree marine protette, quindi viene classificato come "a rischio minimo" (LC) dalla lista rossa IUCN[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Pyle, R. & Myers, R, Centropyge bispinosa in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Bailly, N. (2014), Centropyge bispinosa (Günther, 1860). In: Froese, R. and D. Pauly. Editors. (2014) FishBase in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).
  3. ^ a b (EN) Centropyge bispinosa in FishBase. URL consultato il 20 luglio 2014.
  4. ^ Pesci d'acquario di Dick Mills, Fabri Editori.
  5. ^ (EN) Food items reported for Centropyge bispinosa in FishBase. URL consultato il 20 luglio 2014.
  6. ^ Jeremy Gay, L'Acquario: guida completa all'allestimento ed al mantenimento.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci