Centrolophidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Centrolophidae
Centrolophus niger.jpg
Centrolophus niger
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Osteichthyes
Superordine Acanthopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Centrolophidae

I Centrolofidi (Centrolophidae) sono una famiglia di pesci perciformi. Vivono nelle acque marine nelle regioni temperate e tropicali di tutto il mondo, ad eccezione di alcune zone interne dell'Oceano Indiano e del Pacifico centrale.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di pesci di medie dimensioni, appiattiti lateralmente. Hanno bocche piccole, ma che si estendono almeno fin sotto l'occhio, e denti piccoli e conici disposti in fila. Possiedono una pinna dorsale continua.

Alimentazione e comportamento[modifica | modifica wikitesto]

I centrolofidi si nutrono generalmente di piccoli pesci, salpe, meduse, idrozoi e crostacei. Molte specie, soprattutto nelle fasi di vita giovanili, vivono in associazione con delle meduse, trovando riparo dai predatori presso il loro ombrello e approfittando dei loro avanzi di cibo per nutrirsi.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia contiene 31 specie suddivise in sette generi

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci