Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Centers for Disease Control and Prevention
US-CDC-Logo.png
CDC HDR I.jpg
La sede principale.
Tipo Organo dell'HHS
Istituito 1º luglio 1946
Direttore Tom Frieden
Bilancio 11.3 miliardi di dollari USA (2014)
Impiegati 15.000
Indirizzo 1600 Clifton Road, 30333 Contea di DeKalb (US-GA)
Sito web cdc.gov/ita/

I Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie[1] (Centers for Disease Control and Prevention, abbreviati in CDC), sono un importante organismo di controllo sulla sanità pubblica degli Stati Uniti d'America, con sede nella Contea di DeKalb (Georgia) che ha il compito di monitorare, prevenire e suggerire gli interventi più appropriati in caso di contagio diffuso ed epidemie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Dr. Terrence Tumpey, microbiologo presso il CDC.

L'organizzazione civile nasce nel 1946 come estensione di una precedente organizzazione a carattere militare (MCWA, Malaria Control in War Areas). Fra il 1946 e il 1967 la sigla CDC indicava il Communicable Disease Center (centro per le malattie trasmissibili).

Va tenuto presente che lo scopo di questo organismo, soprattutto nel dopoguerra, è stato strettamente correlato alla necessità, politicamente sentita, di verificare i possibili focolai di epidemie correlabili ad un attacco di guerra biologica.

Fra i primi organizzatori di questa struttura vi fu Alexander Langmuir, professore presso la Johns Hopkins University; egli diede vita, nel 1951 agli EIS (Epidemic Intelligence Service, il Servizio Segreto Epidemiologico), formando dei funzionari che, sotto il controllo del CDC, venivano assegnati per due anni a ospedali o dipartimenti sanitari americani. L'EIS era una sorta di C.I.A. della medicina.

Col passare degli anni sono numerosissimi i personaggi (2000 persone certe fino al 1993 quando la lista degli appartenenti non è stata più di dominio pubblico) che, avendo attraversato questa esperienza, sono andati ad occupare importanti posizioni lavorative, nell'ambito sanitario e non, negli Stati Uniti e nel mondo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Italiano (Italian)." Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]