Centrale nucleare di Wylfa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Centrale nucleare di Wylfa
Le unità della sezione A
Le unità della sezione A
Informazioni generali
Stato Galles Galles
Località Cemaes
Coordinate 53°25′N 4°29′W / 53.416667°N 4.483333°W53.416667; -4.483333Coordinate: 53°25′N 4°29′W / 53.416667°N 4.483333°W53.416667; -4.483333
Situazione operativa
Proprietario Nuclear Decommissioning Autority
Gestore Magnox Electric Limited
Anno di costruzione 19631971 Unità A
Inizio produzione commerciale 1971 Unità A1
1972 Unità A2
Chiusura 2012 Unità A2
Reattori
Tipo Magnox Unità A
EPR o AP1000 Unità B
Attivi 1 (590 MW)
Spenti 1 (590 MW)
In progettazione 3 o 4 (5000 MW)
Produzione elettrica
Nel 2008 6024 GWh
Totale 208.1 TWh
Ulteriori dettagli
Scadenza licenza Unità A: 2014
Dati aggiornati al 26 aprile 2012

La centrale nucleare di Wylfa è una centrale elettronucleare situata presso il villaggio di Cemaes, sull'isola di Anglesey, nel Galles. L'impianto è composto da due reattori Magnox da 490 MW di potenza netta, questi due reattori sono gli ultimi ed più potenti della filiera produttiva Magnox costruiti nel Regno Unito e nel mondo. La chiusura della centrale è prospettata per la fine del 2010 per la scadenza della licenza di esercizio, l'impianto ha avuto una estensione della vita operativa di 2 anni per far fronte a spese di decommissioning maggiori di quanto preventivato in partenza.

Il reattore 2 è stato spento il 25 aprile 2012 a causa di alcuni problemi tecnici, a fronte di una chiusura programmata per il 30 dello stesso mese. A causa della vicinanza fra le due date, si è deciso infatti di non procedere ad una successiva riattivazione dell'impianto visto il tempo residuo estremamente limitato.[1]

Espansione dell'impianto[modifica | modifica sorgente]

È prospettata una espansione dell'impianto, con la costruzione di 2 o 3 reattori EPR o AP1000 da parte della Horizon Nuclear Power (la decisione potrebbe essere in funzione dei ritardi nell'approvazione della filiera AP1000 dall'ente nucleare inglese, visto che il concorrente EPR è più avanti nelle autorizzazioni) della potenza prospettata totale netta di 3.600 MW, questi andrebbero a costituire la sezione B dell'impianto, il cui completamento è previsto entro il 2020. A fine marzo 2010 è stata ufficializzata la candidatura da parte di Horizon del sito[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Wylfa 2 bows out
  2. ^ (EN) http://www.world-nuclear-news.org/NN_Horizon_picks_its_first_nuclear_site_3003101.html

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]