Center for Monitoring the Impact of Peace

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Center for Monitoring the Impact of Peace (CMIP) è una organizzazione non-profit che si definisce come apolitica fondata nel 1998[1].

Secondo il suo sito web, "CMIP esamina il contenuto dei libri di testo usati nel Medio Oriente per determinare se ai bambini si insegna ad accettare e riconoscere il diritto dell'“altro” ad esistere". CMIP crede "che l'istruzione dovrebbe essere utilizzato per incoraggiare la propensione verso la tolleranza, il pluralismo, la democrazia e promuovere metodi pacifici per risorvere i conflitti."[1]

Scopi e attività[modifica | modifica sorgente]

Lo scopo dichiarato del CMIP è di "identificare ciò che viene insegnato nelle scuole, con riguardo al riconoscimento e accettazione dell'altro basandosi sul testo, piuttosto che sulla sua interpretazione. Pionieri nel campo dell'analisi dei libri di testo, il CMIP si impegna nel presentare una chiara visione di come nazioni differenti istruiscono e educano i loro giovani, con riguardo alle diverse religioni, società, culture, valori democratici e all'altro"[1]

Il lavoro del CMIP consiste principalmente nell'analisi dei libri di testo israeliani, palestinesi, sauditi, siriani, egiziani e iraniani.

Note[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]