Cedalione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella mitologia greca, Cedalione era uno degli apprendisti di Efesto.

Nel mito[modifica | modifica wikitesto]

Quando al cacciatore Orione, diventato cieco, un oracolo profetizzò che andando verso oriente avrebbe recuperato la vista, egli si mise subito in viaggio per mare con la sua barca e arrivò nell’isola dove il dio Efesto aveva la sua fucina.

Appena giunto, Orione rapì l’apprendista del dio, lo caricò sulle proprie spalle così da diventarne la guida. Il dio non interferì.

Cedalione guidò il cacciatore nei meandri dell’oceano fino ad arrivare nell’isola più remota, dove Eos, l'aurora, si innamorò di lui e suo fratello Elio in segno di bontà gli restituì la vista.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca