Cecilia di Svezia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cecilia di Svezia
Ritratto di Cecilia di Svezia.
Ritratto di Cecilia di Svezia.
Granduchessa di Oldenburgo
In carica 5 May 1831 – 27 January 1844
Nascita Stoccolma, 22 giugno 1807
Morte Oldenburgo, 27 gennaio 1844
Casa reale Casato di Holstein-Gottorp
Padre Gustavo IV Adolfo di Svezia
Madre Federica di Baden
Consorte Augusto, Duca I di Oldenburgo
Figli Duca Alessandro
Duca Augusto
Duca Elimaro
Religione luteranesimo

Cecilia di Svezia (Stoccolma, 22 giugno 1807Oldenburgo, 27 gennaio 1844) fu Granduchessa di Oldenburgo. Era figlia del re di Svezia Gustavo IV Adolfo (1778-1837) e della regina Federica (1781-1826) nata principessa di Baden.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Quando nel 1809 il padre fu detronizzato, la famiglia reale di Svezia partì in esilio per stabilirsi nel Granducato di Baden. Nel 1812 il re Gustavo e la regina Federica si separarono ufficialmente e Cecilia, con i suoi fratelli, continuò a vivere nella terra natale della madre, nella città di Bruchsal.

Nell'ottobre del 1830 il principe ereditario Federico Augusto di Oldenburgo visitò Bruchsal e chiese la mano di Cecilia. Ella accettò, dopo un breve colloquio di un'ora e, poco tempo dopo, partì per Vienna, città dove già viveva il fratello maggiore, per organizzare il suo matrimonio. In questa città si sposò con Federico Augusto il 5 maggio del 1831, alla presenza dell'imperatore Francesco I. Il mese successivo gli sposi si stabilirono ad Oldemburgo.

Dal loro matrimonio nacquero tre figli:

Cecilia compose la melodia dell'inno nazionale della sua nuova patria: Heil dir, o Oldenburg! e, nel 1833, contribuì economicamente alla costruzione del primo teatro di Oldenburgo.
Ricevette la decorazione russa dell'Ordine di Santa Caterina e quella bavarese dell'Ordine di Santa Teresa.
Nel suo ruolo di Granduchessa ella fu comunque distaccata dai suoi sudditi: mantenne solo relazioni con un ristretto numero di amici.

Morì di febbre puerperale il 27 gennaio 1844, cinque giorni dopo avere dato alla luce il suo terzogenito.

In suo onore furono nominati una via, una piazza e un ponte nella città di Oldemburgo e, nel 1867 fu fondata una scuola secondaria chiamata Cäcilienschule.

Titoli e stili[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Dama dell'Ordine di Santa Caterina - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine di Santa Caterina

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Principessa Cecilia di Svezia Padre:
Gustavo IV Adolfo di Svezia
Nonno paterno:
Gustavo III di Svezia
Bisnonno paterno:
Adolfo Federico di Svezia
Trisnonno paterno:
Cristiano Augusto di Holstein-Gottorp
Trisnonna paterna:
Albertina Frederica di Baden-Durlach
Bisnonna paterna:
Luisa Ulrica di Prussia
Trisnonno paterno:
Federico Guglielmo I di Prussia
Trisnonna paterna:
Sofia Dorotea di Hannover
Nonna paterna:
Sofia Maddalena di Danimarca
Bisnonno paterno:
Federico V di Danimarca
Trisnonno paterno:
Cristiano VI di Danimarca
Trisnonna paterna:
Sofia Maddalena di Brandeburgo-Kulmbach
Bisnonna paterna:
Luisa di Hannover
Trisnonno paterno:
Giorgio II di Gran Bretagna
Trisnonna paterna:
Carolina di Brandeburgo-Ansbach
Madre:
Federica di Baden
Nonno materno:
Carlo Luigi di Baden
Bisnonno materno:
Carlo Federico di Baden
Trisnonno materno:
Federico di Baden-Durlach
Trisnonna materna:
Amalia di Nassau-Dietz
Bisnonna materna:
Carolina Luisa d'Assia-Darmstadt
Trisnonno materno:
Luigi VIII d'Assia-Darmstadt
Trisnonna materna:
Carlotta di Hanau-Lichtenberg
Nonna materna:
Amelia Frederica di Assia-Darmstadt
Bisnonno materno:
Luigi IX d'Assia-Darmstadt
Trisnonno materno:
Luigi VIII d'Assia-Darmstadt
Trisnonna materna:
Carlotta di Hanau-Lichtenberg
Bisnonna materna:
Carolina del Palatinato-Zweibrücken-Birkenfeld
Trisnonno materno:
Cristiano III del Palatinato-Zweibrücken
Trisnonna materna:
Carolina di Nassau-Saarbrücken

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 69741398 LCCN: n2003116365