Cazzare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Cazzare: è il termine marinaresco che significa tesare una vela agendo, tirandola a sé, con la rispettiva scotta.

Viene spesso impiegato erroneamente per indicare l'azione di tesare una qualunque cima, in tal caso il termine corretto è "alare".

Viene usato per eseguire quelle manovre che servono per la messa a segno delle vele; esempio: cazza la randa, cazza il fiocco, ecc. ... Essendo la scotta la manovra corrente che agisce nella regolazione della vela è anche corretto dire, cazza la scotta.

La decisione di cazzare o lascare una vela dipende della direzione e dell'intensità del vento, in modo da avere la parte dell'inferitura sempre parallela alla direzione del vento.

Solitamente il timoniere impartisce l'ordine "cazza!" (la randa/il fiocco) quando, dopo una variazione nella direzione del vento, vuol mantenere la stessa rotta, oppure per cambiare andatura e orzare.

Il contrario di cazzare è allascare.

Se si tesa un altro cavo si usa il termine alare un cavo e tutto il tessile che c'è in barca.

Cazza è anche lo strumento di legno con il quale uno dei serventi al cannone (all'epoca dei cannoni ad avancarica del 1600 - 1800) spingeva la polvere introdotta nella bocca del cannone mediante la "cucchiaia", verso la culatta (fondo del cannone) e, in successione, spingeva quindi la palla avvolta in una "pezza" a "tappare" la polvere pressata nella culatta. A questo punto, bastava poggiare una miccia accesa sullapposito foro della culatta, detto "focone" per ottenere lo sparo. Da cio' il famoso detto essere come cazza e cucchiaia, per indicare due persone che stanno sempre vicino, proprio perché all'epoca, i due serventi al pezzo (quello con la cazza e quello con la cucchiaia), stavano sempre uno accanto all'altro...

vela Portale Vela: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di vela