Cattedrale metropolitana dell'Annunciazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cattedrale metropolitana dell'Annunciazione
La facciata della Cattedrale nel 2008
La facciata della Cattedrale nel 2008
Stato Grecia Grecia
Periferia Bandera d'Àtica.svg Attica
Località Atene-Stemma.jpg Atene
Religione greco-ortodossa
Titolare Annunciazione
Diocesi Arcidiocesi di Atene
Consacrazione 1862
Stile architettonico Bizantino
Inizio costruzione 1842
Completamento 1862

La cattedrale metropolitana dell'Annunciazione è la chiesa principale della città di Atene ed è la sede dell'arcivescovo[1] della capitale e di tutta la Grecia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Panagía Gorgoepíkoös

La chiesa, costruita nell'arco di vent'anni, fu edificata per adempiere al compito di cattedrale del Metropolita di Atene al posto della chiesa di Panagía Gorgoepíkoös, che le sta a fianco. Nel 1843 i lavori si itterruppero per problemi finanziari (la diocesi aveva speso più di quanto aveva ricavato vendendo alcune proprietà per la costruzione della chiesa) e, quando ripresero nel 1846, a fu scelto come architetto non più Teofilo Hansen, bensì Demetrio Zezos, che continuò i lavori sino al 1857, quando morì. Quindi l'ultimazione della chiesa fu affidata dalla città di Atene all'architetto francese Francois Boulanger, che ideò la cupola ed i due campanili. La chiesa è stata solennemente consacrata nel 1862. Nel 1999 la chiesa fu colpita da un forte terremoto e da allora, all'interno d'essa, sono stati installati dei sostegni in ferro.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Esterno[modifica | modifica wikitesto]

La facciata della cattedrale con la statua di Giovanni Damasceno in primo piano e la bifora della chiesa di Panagía Gorgoepíkoös

All'esterno la cattedrale si presenta con uno stile bizantino-moderno molto semplice, simile a quello di molte altre chiese coeve della Grecia. La facciata principale, che da su piazza della Metropolitana, è stretta fra due esili campanili con bifore ed orologio. I tre portali della chiesa danno su un piccolo portico a tre arcate sorretto da colonne e decorato con dei mosaici di gusto moderno rappresentante lAnnunciazione e in cui la Madonna e l'Arcangelo Gabriele si trovano in un grande giardino al centro del quale si trova una fontana a due vasche. Al centro della facciata si trova una grande trifora decorata secondo il gusto greco.

Interno[modifica | modifica wikitesto]

Scorcio dell'interno

All'interno la cattedrale di Atene si presenta come una grande chiesa a tre navate con soprastanti matronei. La diffusa decorazione pittorica, opera di Spiridon Yallinas e di Alexander Seitz presenta, tra le arcate, una decorazione floreale mentre, lungo le navate laterali, una decorazione con motivi geometrici.

Sarcofago di Gregorio V

Sotto una delle arcate che dividono la navata centrale da quella laterale destra si trova il Sarcofago del Patriarca Gregorio V, che fu ucciso dai Turchi nel 1821. Egli viene considerato dalla Chiesa Cristiana Ortodossa un santo.

Sarcofago di Santa Filothei

Sotto l'arcata di fronte a quella del sarcofago di Gregorio V, si trova, invece, il sarcofago argenteo di Santa Filothei, una santa della Chiesa Cristiana Ortodossa. Mirabile opera dell'oreficeria ateniesi, fu fatto nell'Ottocento al posto di un più antico sarcofago del 1589, anno in cui morì la Santa. Le spoglie mortali di Santa Filotea sono visibili attraverso un'apertura in vetro nella parte superiore del reliquiario. Sopra di essa c'è una stupenda croce in oro con rubini e perle.

L'iconostasi durante una celebrazione dell'Arcivescovo Geronimo II

L'area della navata centrale che va dall'arco trionfale sino a quello absidale è occupata dal presbiterio. L'altare e la cattedra sono celati dalla stupenda Iconostasi marmorea. Sopra di essa, attorno alla "Porta Santa", chiusa da due battenti in legno dorato intarsiato, sono disposte, in tre fasce, le icone:

In stile con l'iconostasi è il grazioso pulpito, collocato su uno dei pilastri che sorreggono la cupola affrescata con l'immagine di Cristo Pantocratore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ la diocesi metropolitana di Atene fu elevata al rango di arcidiocesi il 31 dicembre 1923

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Coordinate: 37°58′30″N 23°43′48″E / 37.975°N 23.73°E37.975; 23.73