Cattedrale di San Nicola (Bielsko-Biała)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cattedrale di San Nicola
Cattedrale di San Nicola (Bielsko-Biała)
Stato Polonia Polonia
Voivodato POL województwo śląskie COA.svg Slesia
Località POL Bielsko-Biała COA.svg Bielsko-Biała
Religione Cattolica
Diocesi Diocesi di Bielsko-Żywiec
Architetto Leopold Bauer
Inizio costruzione 1909
Completamento 1912
Sito web http://www.katedra.bielsko.pl/

La cattedrale di San Nicola (in polacco: Katedra św. Mikołaja) è la cattedrale cattolica della città di Bielsko-Biała, in Polonia e sede della diocesi di Bielsko-Żywiec

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima chiesa fu costruita tra il 1443 ed il 1447 in stile gotico. Tra gli anni 1559 e 1630 la chiesa fu trasformata in una chiesa luterana. Successivamente fu restituita ai cattolici, ma fu distrutta da un incendio nel 1659 e quindi ricostruita a spese del barone di Bielsko, Julius Gotlieb Sunnnegha.

La chiesa fu distrutta nuovamente da un incendio nel 1750 e fu ricostruita negli anni 1751-1756. Nel 1808 la chiesa fu vittima di un altro incendio. Dal 1752 la chiesa era passato sotto la protezione dei principi Bielsko-Sułkowski. Il principe Giovanni Nepomuceno Sułkowski volle edificare negli anni 1815 - 1822 una nuova struttura in stile barocco-clssicista che sopravvisse fino agli anni '60.

Negli anni 1909 - 1912 l'architetto viennese Leopold Bauer realizzò una ricostruzione completa della chiesa che prevedeva l'elevazione della facciata neoromanica con una torre alta 61 metri.

Nel 1992 è stata creata la diocesi di Bielsko-Żywiec e la chiesa di San Nicola venne elevata al rango di cattedrale.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Informazioni storiche sulla cattedrale di Bielsko-Biała

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]