Catherine (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Catherine
Logo Catherine.jpg
Sviluppo Atlus Persona Team
Pubblicazione Atlus
Deep Silver (Europa)
Ideazione Katsura Hashino
Shoji Meguro (compositore)[1]
Data di pubblicazione Giappone 17 febbraio 2011
Flag of the United States.svg 26 luglio 2011
Flag of Europe.svg 10 febbraio 2012
Genere Avventura, Piattaforme, Rompicapo
Tema Horror, Erotico
Modalità di gioco Giocatore singolo, Multiplayer
Piattaforma PlayStation 3, Xbox 360
Supporto Blu-ray Disc, DVD-ROM
Fascia di età BBFC: 15
CERO: C[1]
ESRB: M[2]
OFLC: MA15+
PEGI: 18
USK: 18
Periferiche di input Sixaxis o DualShock 3, Gamepad

Catherine (キャサリン Kyasarin?) è un videogioco horror[3] platform[4]-avventura[5] con alcuni leggeri seppur frequenti elementi erotici, sviluppato e pubblicato dalla Atlus per PlayStation 3 e Xbox 360. Il videogioco è il primo titolo della Atlus ad essere sviluppato per la settima generazione di console in alta definizione, ed è descritto come titolo "destinato agli adulti" dal character designer del gioco, Shigenori Soejima.[6] La parte cinematografica del gioco è gestita dallo Studio 4°C.[7] Il gioco è stato pubblicato in Giappone il 17 febbraio 2011 ed in America del Nord il 26 luglio 2011.[8][9] La Deep Silver ha pubblicato il gioco per le nazioni facenti parte della regione PAL (Asia, Africa, Australia, Nuova Zelanda ed Europa) il 10 febbraio 2012.[10] La trama ruota attorno alle vicende amorose di Vincent Brooks, che la notte ha terribili incubi in cui morire equivale a perire anche nella vita reale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista è Vincent Brooks, un ingegnere di 32 anni, fidanzato con Katherine McBride.

La vita di Vincent scorre in maniera piuttosto monotona, alternando alle serate con gli amici allo Stray Sheep Bar i momenti di intimità con Katherine. Mentre Vincent desidera una vita priva di impegni però, la sua ragazza inizia a parlare in maniera sempre più insistente di matrimonio. La vita del protagonista ha tuttavia una svolta con l'arrivo della bella e giovane Catherine, da cui egli è sedotto. Il mattino dopo aver conosciuto la ragazza, egli scopre di aver passato la notte con lei, tradendo la sua fidanzata, pur non ricordando nulla. Contemporaneamente Vincent inizia a soffrire di terribili incubi, che accomunano però anche molti altri uomini del quartiere. Secondo alcune dicerie, chi muore nel sogno muore anche nella realtà, ed infatti in molti vengono rinvenuti morti in circostanze inspiegabili nei loro letti. La storia si suddivide in giornate, per un totale di 9, ognuna avente come inizio il risveglio di Vincent da un incubo.

  • Giorno 1

Vincent si incontra con Katherine, ma nel frattempo egli ha la mente ancora in subbuglio per via dell'incubo avuto la sera prima, che tuttavia fatica a ricordare. Il giocatore ha tuttavia modo di rivivere la traumatica esperienza: Vincent, aiutato da un misterioso figuro che gli parla da una zona non ben chiara riesce a scalare un enorme muro composto da cubi, mentre lentamente il terreno sta crollando. Una volta che Vincent giunge in cima, il flashback si conclude e torniamo al dialogo tra lui e Katherine. Quella sera il protagonista, rimasto solo nel locale che frequenta coi suoi amici, lo Stray Sheep Bar, viene avvicinato da una giovane e seducente ragazza di nome Catherine.

  • Giorno 2

A mezzanotte Vincent ha nuovamente un incubo, simile al precedente. Ancora una volta deve scalare un muro. Una volta superati gli ostacoli scopre di non essere solo: insieme a lui ci sono delle pecore bipedi. In breve realizza che queste in realtà sono uomini come lui (egli stesso durante gli incubi è dotato di piccole corna da pecora). In particolare conosce una "pecora con una cravatta", la stessa che la notte prima gli urlava i consigli per proseguire. Di fronte a sé trova poi un confessionale. Una volta entrato, una voce misteriosa gli pone una domanda per poi spedirlo alla sfida successiva. Prima di fare ciò avverte però Vincent che vi è una fine per questi incubi, cioè la Cattedrale, il luogo in cui i maledetti dai sogni mortali possono trovare la salvezza. Alla fine Vincent si risveglia e scopre di aver dormito con la misteriosa estranea della sera prima e ricorda a fatica come l'ha conosciuta. Quella sera parlando coi suoi amici realizza che nemmeno loro sanno chi sia la donna misteriosa, né l'hanno mai vista. Nel frattempo al TG vengono annunciate altre morti misteriose.

  • Giorno 3

Risvegliatosi Vincent scopre di aver dormito nuovamente insieme alla ragazza, di cui conosce per la prima volta il nome: Catherine. Lo stesso giorno la sua fidanzata, Katherine, gli dice che probabilmente lei è incinta, lasciando senza parole Vincent.

  • Giorno 4

Sopravvissuto nuovamente ai suoi incubi, Vincent trova ancora una volta Catherine a fianco a lui nel letto. Nel frattempo Katherine bussa alla porta di Vincent, che deve nasconderle la presenza dell'amante. La fidanzata del giovane nel frattempo lo che è davvero incinta, e se ne va. La sera, Vincent parla ancora una volta coi suoi amici e rivela le proprie ansie, non ritenendosi pronto per avere un figlio.

  • Giorno 5

Sopravvissuto all'ennesimo incubo, Vincent trova finalmente la sua stanza libera, Catherine non c'è. In compenso riceve una misteriosa telefonata da un certo Steve, che afferma di essere il fidanzato di Catherine stessa. Vincent si incontra così con la sua amante, ma viene a sapere che lei non conosce alcun Steve. Egli teme quindi che Steve non parlasse di Catherine, bensì di Katherine, la sua fidanzata.

  • Giorno 6

Al mattino Vincent trova nuovamente Catherine nel suo letto, che gli propone un appuntamento al cinema per il giorno dopo. Lo stesso giorno il nostro protagonista si incontra con Katherine, ma scopre che nemmeno lei conosce alcun Steve. Più tardi decide così di chiamare l'uomo, chiedendogli di descrivere la Catherine che lui conosce. Questa però è totalmente differente dalla Catherine di Vincent, che ritiene pertanto si tratti semplicemente di una caso di omonimia. Quella sera, parlando con gli amici, Vincent esprime la sua decisione di lasciare Catherine e sposare Katherine.

  • Giorno 7

Durante il suo incubo Vincent scopre che "la pecora con la cravatta" è proprio Steve, il "fidanzato" di Catherine. Questi muore durante il sogno, divorato da una versione diabolica dello stesso Vincent. Vincent, uscito dall'incubo, sente poi parlare al TG della morte di un certo Steve Delhomme e riesce finalmente a ricordare il contenuto dei suoi incubi. Anche alcuni suoi amici soffrono di questi sogni a quanto pare. Quella sera Vincent lascia Catherine, dicendole di essere già fidanzato.

  • Giorno 8

Vincent si sveglia e alla porta trova Katherine. Sorprendentemente però nel suo appartamento si è nascosta Catherine, che rovescia la situazione. In breve, il tutto sfocia in una lite furiosa al termine della quale Katherine uccide per errore la ragazza. Vincent cerca di accompagnare fuori dall'appartamento la sua fidanzata, ma scopre di trovarsi proprio dentro la Cattedrale, nonostante sia sveglio. I due amanti scalano così insieme l'enorme muro del palazzo, inseguiti da una gigantesca e demoniaca figura di Catherine. Al termine della scalata, Vincent chiede perdono a Katherine, ma quando sembra che ella abbia deciso di accettare le scuse, Vincent si sveglia e scopre che è stato tutto un incubo. Al suo fianco c'è proprio Katherine, venuta da lui per avvisarlo che in realtà non è incinta e che ha scoperto di esser stata tradita. Katherine decide così di lasciare Vincent, rimasto solo nel dolore nel suo appartamento. Parlando con uno dei suoi amici quel pomeriggio, Vincent scopre qualcosa di sorprendente: tutti i dati relativi Catherine sono misteriosamente scomparsi, ma non solo: nessuno afferma di aver visto la giovane ragazza, nemmeno la sera prima, quando Vincent l'ha scaricata. Quella sera al bar ricorda che una persona aveva tuttavia parlato con Catherine una settimana prima: "Boss", il proprietario dello Stray Sheep Bar. Parlandogli scopre che egli in realtà è Thomas Mutton, una divinità, il cui compito è spedire negli incubi gli uomini fedifraghi. Viene fatta inoltre luce sull'identità di Catherine: ella è un succubo, un demone che prende le fattezze della donna ideale di un uomo per poterlo sedurre inducendolo a tradire la propria partner. Vincent propone quindi a Thomas un patto: un ultimo incubo. Se sopravviverà, avrà diritto alla libertà.

  • Giorno 9

Vincent nel suo incubo viene portato nell'Empireo, un regno paradisiaco. Qui affronta le sfide di Mutton, e conosce inoltre l'identità della misteriosa voce del confessionale: Astaroth. Quest'ultimo afferma inoltre che Mutton un tempo era un uomo, e che anche lui ha dovuto sopravvivere agli incubi. Raggiungendo infine la vetta della cattedrale esprimendo infine il suo desiderio diventando poi la divinità Dumuzid. Vincent riesce a superare tutte le sfide giungendo al finale. Tale finale è determinato dalle scelte compiute dal giocatore durante la partita.

Finali[modifica | modifica wikitesto]

Il finale del gioco è determinato da due fattori: il karma di Vincent e le risposte che darà alle domande nell'Empireo.

  • Karma

Il karma viene influenzato dalle domande che la voce misteriosa fa al giocatore durante il corso della storia. In base alle scelte fatte, un indicatore si sposterà verso uno dei due estremi di una bilancia, ai cui lati si trovano rispettivamente un diavolo e un angelo. Tali estremi non rappresentano il bene e il male, ma vanno interpretati dallo stesso giocatore. Solo alla conclusione della storia viene fatta luce sul sistema di karma, e viene spiegato che i due estremi rappresentano l'ordine e la libertà.

  • Domande dell'Empireo

Giunto alla sezione finale, Astaroth, la voce misteriosa, porrà a Vincent le cosiddette "domande per la libertà". Queste servono a comprendere in definitiva se il giocatore desideri una vita caotica o piuttosto una più tranquilla.

In base al rapporto tra Karma e risposte alle domande finali si ottiene uno dei seguenti finali, ciascuno appartenente ad una delle tre "famiglie": finale Katherine, finale Catherine e finale Libertà.

Finale Katherine

  • Cattivo: Katherine abbandona definitivamente Vincent a causa del tradimento da lui compiuto.
  • Buono: Katherine si riunisce a Vincent e pianifica il matrimonio con lui.
  • Vero: Katherine e Vincent si sposano allo Stray Sheep Bar.

Finale Catherine

  • Cattivo: Catherine non accetta la proposta di matrimonio di Vincent e lo lascia.
  • Buono: Nonostante il padre di Catherine, Nergal, re degli inferi, non sia d'accordo, Vincent e la sua amante decidono di vivere insieme.

Dal momento che Catherine è un demone, Vincent va ad abitare nell'altro mondo.

  • Vero: Dopo un po' di tempo passato nel regno degli inferi, Vincent perde la sua umanità: gli crescono delle corna ed una coda. Diviene inoltre così potente da soppiantare Nergal dal suo Stato di re dell'altro mondo, e vive insieme a Catherine in una sorta di harem.

Finale Libertà

  • Buono: Vincent capisce che non è pronto per sposarsi, e abbandona il proposito di riunirsi con Katherine. Cercando di seguire i propri sogni, scommette su un match di wrestling. Viene inoltre a sapere che uno dei suoi amici, Jonny, ha invitato ad uscire Katherine, ma Vincent non si cura di ciò.
  • Vero: La scommessa sul match va a buon fine, e Vincent riesce a comprare con la somma di denaro un biglietto per il primo viaggio turistico spaziale, il suo grande sogno, conscio che una vita passata senza seguire i propri sogni è infelice.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

La lista di personaggi è presentata al giocatore all'inizio della storia, tramite dei titoli di testa.

Vincent Brooks: Vincent è un ingegnere informatico di 32 anni, privo di aspirazioni particolari, fidanzato con Katherine. È l'unico personaggio davvero dinamico all'interno della storia: nel corso dei 9 giorni infatti, matura in modo considerevole fino a prendere finalmente una decisione su come vivere la propria vita.

Katherine McBride: è la fidanzata di Vincent. Ha 32 anni e lavora come manager. È una donna ambiziosa, risoluta e amorevole, nonostante si comporti in modo quasi autoritario nei confronti di Vincent. È curioso notare che il suo cognome sia McBride (Bride in inglese significa "sposa"): nel corso del gioco ella infatti manifesta la volontà di sposarsi con Vincent.

Catherine: è la misteriosa e seducente ragazza che Vincent incontra allo Stray Sheep Bar. È bionda e giovane, e veste con un succinto abito bianco. Rappresenta la donna dei sogni di Vincent. Ella è in realtà un demone, e il suo compito è proprio quello di trasformarsi nella ragazza ideale di uomini fedifraghi per farli cadere nella scia di incubi mortali. È figlia del dio degli inferi Nergal.

Jonny Ariga: è uno degli amici di Vincent. I due si conoscono sin dall'infanzia. Jonny prova un inconfessato amore per Katherine, e per questo motivo è vittima degli incubi. All'interno di questi, lui è rappresentato dalla "pecora che fuma". L'amore che prova per Katherine viene alla luce solo nel finale "Libertà".

Orlando Haddick: È un altro degli amici di Vincent. È un uomo divorziato, che vive nella costante solitudine e nel rimorso per aver lasciato la propria moglie. A causa di ciò anche lui viene gettato all'interno degli incubi, ed è la "pecora col cappello rosso". Al termine del finale "Katherine vero", lo si vede nuovamente insieme alla moglie, con cui vuole riprovare ad avere una vita insieme.

Toby Nebbins: Terzo e ultimo compagno di Vincent, nonché il più giovane del gruppo. È un ragazzo sentimentale, innamorato della cameriera dello Stray Sheep Bar, Erica, con la quale riesce anche ad avere un rapporto sessuale.

Erica Anderson: Cameriera dello Stray Sheep Bar, amica di vecchia data di Vincent e compagnia. Nel finale "Katherine vero" si scopre che è un transessuale, e il suo vero nome è Eric.

Steve Delhomme: Steve è una delle pecore che Vincent incontra nella torre degli incubi. Questa si differenzia da tutte le altre per via della cravatta che indossa (inizialmente viene definito nel gioco come "Pecora con una cravatta") ma soprattutto perché è l'unica pecora che avrà diretto contatto con Vincent nel mondo reale telefonandogli. Morirà divorato dal boss "Ombra di Vincent". Steve viene presentato nei titoli di testa semplicemente col nome di "The Sheep" (la Pecora).

Boss / Thomas Mutton: è il proprietario dello Stray Sheep Bar, ma in realtà è Thomas Mutton, il primo uomo ad aver superato i terribili incubi mortali di Astaroth. Si può supporre che abbia poi desiderato di divenire una divinità, prendendo il nome di Dumuzid, che è peraltro un dio della cultura sumero-babilonese. Negli incubi è rappresentato prima come una versione gigantesca di sé stesso, seduto su un trono, poi come una enorme testa nera, sul cui capo vi è sempre seduto Thomas.

Voce misteriosa / Astaroth: È la voce misteriosa che pone le domande a Vincent negli incubi. Alla fine si viene a sapere che la sua identità è Astaroth.

Nergal: Dio degli inferi, padre di Catherine. Può essere visto solo nel finale buono e vero di Catherine.

Trisha: è la presentatrice che introduce il giocatore alla storia, vestita con un abito nero e dotato di una vistosa chioma rossa. Concludendo la modalità di gioco Babele, si scopre che in realtà è Ishtar, divinità dell'amore, identità dietro cui si cela lo stesso Astaroth.

Paul: un amico di Vincent, una delle prime vittime della serie di decessi.

Clienti del Stray Sheep Bar: altri uomini che Vincent darà confidenza, scambiandosi preoccupazioni e problemi di vita. Una buona parte di questi sono anch'egli perseguitati dagli incubi, ma il protagonista non lo può sapere. Vincent dovrà parlarci con loro per aiutarli a risolvere i problemi, chiacchierandoci sia al bar che negli incubi e così salvarli. Se non dovesse riuscirci, questi perderanno la vita.

  • Justin: ex-giornalista, si sente in colpa per aver spinto indirettamente al suicidio una ballerina con un suo pezzo. Tenta di superare i suoi incubi per aggiudicarsi il desiderio con cui farla tornare in vita. Ha una fidanzata, ma le dedica poco tempo. Negli incubi è la “pecora con gli occhiali”. Se salvato, ritornerà a scrivere e penserà al matrimonio.
  • Todd Bozeman: dirigente d'azienda di vestiti. È un chiacchierone e un donnaiolo, ma in fondo è un bravo ragazzo. È sposato, ma sua moglie ha una relazione clandestina con il sottoposto Archie. Ha avuto un'infanzia difficile, veniva maltrattato dal padre. Negli incubi è la “pecora con i capelli strani” (taglio Pompadour). Se salvato, dedicherà più tempo alla moglie e perdonerà Archie per la tresca.
  • Archibald Wallace: noto come Archie, è un ragazzo che lavora sotto le direttive di Todd. Mal sopporta le donne e confessa di averne sedotte molte, per poi derubarle e abbandonarle. Questo comportamento gli stato causato dagli abusi sessuali della madre. Ha una relazione con la moglie del capo. Negli incubi è la “pecora dai capelli lunghi”. Se salvato, deciderà di sposarsi e farsi una famiglia e verrà perdonato da Todd.
  • Daniel Kirsch: è l'erede adottivo di una famiglia di grande successo e della loro azienda. Vive sulle aspettative di questi, anche per quanto riguarda le relazioni sentimentali. È molto vicino ad Amanda, ma sa che la sua famiglia non gli permetterà mai di stare insieme. Era anche un ex compagno di elementari di Vincent. Negli incubi è la “pecora con gli occhiali da sole”. Se salvato, si darà ad una fuga d'amore con Amanda.
  • Morgan Cortez: un poliziotto, si sente in colpa per la morte della moglie, uccisa anni fa da un criminale. Da allora cercò di trovare il colpevole per ucciderlo e poi suicidarsi, dandosi nel frattempo all'alcolismo. Negli incubi è la “pecora con il cappello da poliziotto”. Se salvato, smetterà di bere e cercherà l'assassino della moglie per sbatterlo in cella invece di vendicarsi.
  • Anna Rosmont: la donna per il quale Daniel è innamorato.
  • Lindsay e Martha Uspenski: due anziane gemelle monozigote, tra i personaggi i più enigmatici. Con parole quasi sibilline, le due sembrano conoscere particolari nascosti della vita dei clienti del Stray Sheep Bar, e sembrano sapere molte cose sul mondo onirico e sulla leggenda ad esso correlato. Non si sa altro su di loro.

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

La struttura di Catherine è divisa in due sezioni: gli incubi e lo Stray Sheep Bar.

Nightmare (Incubi)[modifica | modifica wikitesto]

Durante i suoi incubi, Vincent deve scalare degli enormi muri composti da piccoli blocchi. Spostando quest'ultimi può crearsi dei passaggi per avanzare, affrontando via via sfide sempre più impegnative. Il gameplay è pertanto quello di un puzzle-platform. A rendere più complesso il sistema di gioco, col tempo i cubi sottostanti al giocatore crolleranno autonomamente, facendolo sprofondare nel vuoto. I cubi che Vincent deve utilizzare sono di varia natura.

  • Cubi normali: possono essere spostati da Vincent normalmente.
  • Cubi semidistrutti: Se Vincent vi passa sopra, si sbricioleranno in breve tempo.
  • Cubi pesanti: cubi di colore scuro, che richiedono più tempo per essere spostati.
  • Cubi neri: cubi che non possono essere spostati.
  • Cubi elastici: permettono di eseguire un salto pari a 5 cubi di altezza.
  • Cubi ghiacciati: se Vincent vi passa sopra, scivolerà, rischiando di cadere nel vuoto.
  • Cubi bomba: esplodono in breve tempo se Vincent vi passa sopra, danneggiando gli altri cubi vicini.
  • Cubi trappola: quando Vincent vi passa sopra, fanno fuoriuscire delle lame in grado di eliminarlo.
  • Cubi buco nero: distruggono all'instante qualunque cosa cada sopra di essi, tra cui Vincent e altri blocchi.
  • Cubi mostro: possono spostarsi da sé e fanno cadere Vincent qualora lui si arrampichi su di essi. Sono presenti solo nell'Empireo.
  • Cubi mistero: non si sa di che natura siano fintanto che Vincent non vi passa sopra.

Durante i vari stage, Vincent può incontrare altre pecore, che il più delle volte tenteranno di farlo cadere. Queste rappresentano un ostacolo che Vincent può eliminare colpendole con il suo cuscino. Ve ne sono diverse tipologie.

  • Pecore bianche: le più innocue, si preoccupano solo di arrampicarsi e spostare i blocchi.
  • Pecore cornute: dotate di corna lunghe e leggermente aggressive, spintonano Vincent se questi interferisce la loro arrampicata.
  • Pecore giganti: ovini più grassi e armati di lancia, sembrano preferire piuttosto fermare Vincent che scalare.
  • Pecore nere: molto muscolose e dotate di grossi martelli, aggrediranno Vincent per spingerlo via.
  • Pecore rosse: di aspetto demoniaco, con criniera rossa e disordinata e un corno da unicorno sulla fronte. Sono armate di ascia, uccidono istantaneamente Vincent se gli vanno incontro. Sono velocissime, possono salire 2 blocchi alla volta.
  • Formiche: impediscono l'arrampicata e sono agili.

In aiuto del giocatore vi sono infine alcuni oggetti acquistabili o trovabili durante le scalate.

  • Cuscino mistico: un oggetto che permette a Vincent di tornare in vita qualora muoia.
  • Campanella: rende normali tutti i cubi.
  • Cubo: permette la creazione di un cubo normale.
  • Cubo nero: permette la creazione di un cubo immobile.
  • Bibbia: elimina tutti i nemici.
  • Bibita energetica: permette di scalare due cubi alla volta per un breve lasso di tempo.

Tra un piano e l'altro Vincent potrà approfondire di utili tecniche di arrampicata conversando con altre pecore. Tra gli appassionati dell'opera videoludica si ha la tendenza di inventare nuove tecniche. Le seguenti tecniche sono quelle che appaiono ufficialmente nel gioco.

  • Piramide: si estrae un quantità di blocchi corrispondente al numero di gradini che il giocatore intende scalare, per poi salire sempre più in alto come appunto in una piramide.
  • Scivolata: si estraggono 2 blocchi in verticale e si fa scivolare quello inferiore. Visto che i bordi dei blocchi hanno la proprietà di collegarsi tra loro, si può così ricreare una scala naturale.
  • Sospensione: tecnica che permette più spazio di manovra, si spinge un blocco oltre il bordo e rimarrà semplicemente sospeso nell'aria.
  • Ritirata: se il giocatore rimane bloccato nell'arrampicata, deve afferrare un blocco e tirare scendendo. Facendo così lungo altri blocchi, creerà un'altra scalinata più alta.
  • Tornado: se impilati l'uno su l'altro, il giocatore deve pazientemente tirarli fuori ciascuno, creando una specie di scalinata a chiocciola (o definito a tornado) su cui arrampicarsi.
  • Ponte: se c'è un vuoto tra due blocchi, usarne uno da porre in mezzo e attraversarci sopra.
  • Ponte volante: usa gli stessi principi del Ponte, ma per riempire due vuoti invece di uno. Servono quindi due blocchi, il primo dei quali deve essere spinto 2 volte per collegarsi al blocco dell'altra parte.
  • Ragno: Vincent può penzolare sul vuoto aggrappandosi ai lati dei blocchi e, spostandosi lateralmente, aggirare eventuali blocchi che ostacolino il suo percorso.
  • Giravolta: si tira il blocco a se verso un vuoto, ci si appende e girandogli attorno lo si spinge nella direzione desiderata.
  • Caduta: a volte capita che serie di blocchi abbiano dei vuoti. Spingendo i blocchi più bassi è possibile farli cadere e trovare una via alternativa.
  • Arrampicata: si spostano i blocchi per creare delle solide pareti usando i bordi, che non servono solo a bloccare a destra e a sinistra.
  • Ragno sul muro: stesso principio del Ragno, serve perlopiù ad arrampicarsi su una parete dove non vi sono blocchi da spostare.
  • Ragno nell'angolo: spostare i blocchi per formare una L e poi aggrapparsi e spostarsi lungo i blocchi che non condividono il bordo.
  • Taglio: prendere un blocco dopo l'altro e spostarli verso la destinazione per creare un percorso. Importante sapere quali blocchi lasciare cadere.
  • Taglio trasversale: stessi principi del Taglio, si lanciano fuori un gran numero di blocchi tirati creando un percorso stabile da uno instabile.
  • Tiraghiaccio: per non scivolare sui cubi ghiacciati, bisognerebbe tirarne uno passandoci lungo un percorso di questi. Non si può spingere il blocco afferrato.
  • Evasione artica: un altro metodo per non scivolare sui cubi ghiacciati, basta starci aggrappati lateralmente e muoversi in questa maniera.
  • Geronimo: tecnica per scendere da un'altezza elevata, ci si lascia cadere e poi ci si afferra ad un appiglio.
  • Demolizione controllata: se il giocatore si ritrova con dei blocchi sopra la testa che formano un tetto, studiandoli gli basterebbe spingere quelli che supportano tali blocchi per farli crollare, e poi arrampicarsi su questi come ad una scala.
  • Falegname: tecnica per far crollare un intero muro. Si spingono tutti blocchi sottostanti tranne uno per reggere la struttura, poi si spinge anche questo.
  • Esplosione controllata: si sfruttano le proprietà dei cubi bomba e cubi pesanti. Studiando un percorso con i cubi pesanti ed eventualmente spostarli per formarlo, Vincent attiverà un cubo bomba per danneggiare i cubi normali. I cubi pesanti non risentono danni e così molti ostacoli verranno tolti di mezzo.
  • Bombe, largo!: attivato un blocco bomba lo si allontana velocemente dall'area. Serve per non danneggiare i blocchi vicini che possono essere utili a Vincent.
  • Molla: semplice uso dei blocchi elastici, il giocatore li sposta a seconda dell'utilità richiesta.
  • Inazuma: arrampicandosi su una parete liscia formata di 3 blocchi di fila, bisogna tirarli fuori e aggrapparcisi. Ripetendo lo schema si sale a zig zag senza bisogno di far crollare la parete.
  • Inazuma Variazione: uguale a Inazuma, solo se usata su una parete con quattro blocchi di fila e si spinge la pietra a lato della parte su cui il giocatore vuole arrampicarsi e creare un percorso.
  • Ragno invertito: altra tecnica del Ragno, ci si può spostare dietro la parete di blocchi, ma se ci si ferma lì i controlli invertiranno.
  • Schivata: tecnica base per evitare di finire schiacciati dai blocchi soprastanti ogni volta che si spostano i supporti.
  • Ragno che cammina: se ci si rimane intrappolati, provare a spostare gli altri blocchi e creare nuovi percorsi. A questo punto basterebbe appendercisi e spostarcisi.
  • Presa: spostando un blocco per farne cadere altri, bisogna prima aggiungere un altro blocco di supporto. Così facendo si evita di far crollare i blocchi mentre ci si sposta con quello scelto dal giocatore.
  • Sradicamento: se un cubo nero sbarra la strada, spostare i blocchi sotto di lui per rimuovarlo e poi ricreare un altro percorso.

Qualora il giocatore sbagli qualcosa nella gestione dei blocchi, rimanendo così intrappolato, il tasto di Select può permettergli di annullare le ultime dieci mosse effettuate. Non è possibile effettuare il Select a difficoltà Difficile.

Stray Sheep Bar (Bar della pecora smarrita)[modifica | modifica wikitesto]

Quando Vincent è sveglio, potrà essere utilizzato nelle sezioni ambientate nello Stray Sheep Bar. Qui il gameplay muta profondamente, diventando quasi un simulatore sociale.

All'interno dello Stray Sheep potremo eseguire svariate azioni:

  • Parlare con gli amici di Vincent e con altri clienti. Spesso avremo modo di dare delle risposte ad alcune domande che andranno ad influenzare il nostro karma.
  • Bere dei drink. Ubriacandosi, Vincent otterrà maggior velocità nei movimenti durante gli incubi.
  • Ascoltare musica al jukebox.
  • Andare in bagno.
  • Giocare a "Raperonzolo". Questo minigioco è una versione arcade degli incubi, dove il giocatore ha un numero limitato di blocchi spostabili.
  • Rispondere alle chiamate e messaggi di Katherine e/o Catherine. In base al contenuto degli sms inviati, il karma di Vincent muta.

Durante le sessioni nello Stray Sheep Bar inoltre, col passare del tempo, i clienti usciranno o entreranno nel locale, il che costringe il giocatore ad attendere diverso tempo per poter dialogare con ogni personaggio.

Livelli[modifica | modifica wikitesto]

Nell'incubo Vincent si ritrova, insieme ad altri, a dover attraversare una sorta di torre, alta 8 piani. Ogni piano è ulteriormente diviso in altri piani da scalare. Ogni notte Vincent scala un piano, per un totale di 8 notti.

  • 1º piano: Cimitero Sotterraneo

Il primo piano è una sorta di cimitero, dove probabilmente finiscono le pecore che cadono sfracellandosi. È l'unico piano a non avere un boss, anche se alla fine si riesce a scorgere il Pugno di Grudge, boss del secondo piano.

  • 2º piano: Prigione della Disperazione

Il secondo piano è uno spazio in cui vi sono gabbie sospese ognuna contenente una pecora/uomo, ma non si capisce come riescano a finirci. Il boss del piano è Il Pugno di Grudge: si tratta di due mani, di cui una tiene una forchetta. Esso può trasformare alcune blocchi in blocchi neri. Rappresenta il timore di Vincent che Katherine venga a sapere del suo tradimento.

  • 3º piano: Sala delle Torture

Il terzo piano è un luogo pieno di marchingegni a cui sono applicate delle lame. Il boss del piano è La Bestia Immorale: una sorta di corpo umano, femminile, capovolto, sulle natiche sono posti, infatti, gli occhi, mentre la bocca è sul dorso. Esso può lanciare dei cuori che fanno scendere Vincent di alcuni blocchi se colpito. Rappresenta l'indecisione di Vincent tra le due donne.

  • 4º piano: Inquisizione

Il quarto piano è una sorta di tribunale, con una statua femminile gigante con in mano un martello in mano. Nel muro a sinistra ci sono delle terrazze con ognuno sopra il simbolo maschile ed hanno ciascuna una pecora, nel muro a destra le terrazze recano il simbolo femminile, ma sono vuote. Il boss è Il Bambino: si tratta di un neonato di dimensioni giganti, che può creare un'onda d'urto su una colonna di blocchi. Rappresenta l'ansia di Vincent riguardo al bambino che porta in grembo Katherine.

  • 5º piano: Grandangolo/Corte Interna

Il quinto piano è una sorta di torre con una vetrata in cui nevica e spira un vento freddo. Boss del luogo è La Sposa del Destino: una versione infernale di Katherine con indosso un abito nuziale. Essa può creare delle slavine sulla torre di blocchi e generare un vento con cui fa cozzare dei blocchi volanti contro altri sulla torre. Rappresenta sia il timore che Katherine scopra il suo tradimento sia l'ansia di Vincent riguardo al futuro matrimonio.

  • 6º piano: Torre dell'Orologio

Il sesto piano è una vera e propria torre dell'orologio, con una moltitudine di ingranaggi e pendagli con i simboli maschili e femminili. Il boss del piano è Il Bambino con la Motosega: è una versione potenziata de Il Bambino, che ha una motosega in una mano. Può lanciare una buona varietà di attacchi: può tagliare via due colonne della torre, far precipitare alcuni blocchi e mandare dei robot pieni di lame per intralciare Vincent. Come Il Bambino, rappresenta l'ansia di Vincent riguardo al suo futuro figlio.

  • 7º piano: Corridoio a Spirale

Il settimo piano è una torre cava in cui ai lati c'è una scala che sale a spirale. Il boss del luogo è L'Ombra di Vincent: si tratta di una figura tutta nera con una maschera da teatro in faccia, che a differenza degli altri boss non insegue Vincent scalando sulla torre, ma levita intorno ad essa. Esso può creare una colonna di cubi neri e far piombare la torre nell'oscurità, rendendo impossibile vedere oltre tre file di blocchi. Durante il filmato finale del piano la sua maschera si rompe e si può vedere la sua faccia: una versione demoniaca di Vincent con gli occhi gialli. Rappresenta l'animo di Vincent.

  • 8º piano: La Cattedrale

L'ultimo piano è una cattedrale dall'interno, e viene scalato nella stessa notte del settimo piano ed insieme alla propria compagna. Il boss è Catherine: una versione demoniaca di Catherine, che può invocare dei fulmini su dei blocchi. Rappresenta l'ira della Catherine dell'incubo, uccisa dalla Katherine dell'incubo.

  • L'Empireo

Non si tratta di un piano della torre, ma del cielo sopra essa. È il regno di Thomas Mutton/Dumuzid. Essa ha varie location che variano dall'interno di una torre ad un cielo tempestoso fino a delle strutture angeliche. I boss sono due. Nel penultimo piano si affronta Thomas Mutton: è lui stesso seduto su una poltrona collegata da una gru che la muove. Esso può con un martello distruggere alcuni blocchi, con una pistola sparare a dei blocchi per distruggerli e lui stesso calcia per tentare di colpire Vincent. Nell'ultimo piano si affronta Dumuzid: si tratta della vera forma di Thomas Mutton: una testa gigantesca con un trono sulla sommità. Dispone di attacchi pericolosi: può distruggere delle intere file di blocchi, far cambiare in continuazione altri blocchi e far cadere delle meteore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Atlus, キャサリン - CATHERINE - 製品情報, Atlus, 23 agosto 2010. URL consultato il 23 agosto 2010.
  2. ^ This Catherine Trailer Has Snippets Of English Voice Acting, Siliconera.com, 16 maggio 2011. URL consultato il 20 maggio 2011.
  3. ^ Nathan Brown, Atlus Confirms Western Catherine Release in Edge, 1º marzo 2011. URL consultato il 1º aprile 2011.
  4. ^ Ryan Winterhalter, New Catherine trailer shows gameplay for the first time, GamesRadar, 5 gennaio 2010. URL consultato il 7 marzo 2011.
  5. ^ Japanese Video Game Chart: Catherine Sexes Her Way to the Top, SPOnG, 25 febbraio 2011. URL consultato il 18 marzo 2011.
  6. ^ Anoop Gantayat, Atlus Goes HD With Catherine, Andriasang, 19 agosto 2010. URL consultato il 20 agosto 2010.
  7. ^ (JA) 『キャサリン』アダルト&ホラーな完全新作, Famitsu, 20 agosto 2010. URL consultato il 20 agosto 2010.
  8. ^ Mike Jackson, News: Catherine hitting US in July, says GameStop, ComputerAndVideoGames.com, 28 febbraio 2011. URL consultato il 1º marzo 2011.
  9. ^ Pre-order Catherine, the HD adult horror title from the makers of Persona, for PS3 and Xbox 360! Available Summer 2011., Atlus.com. URL consultato il 3 maggio 2011.
  10. ^ Catherine Confirmed for Europe - Xbox 360 News at IGN

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]