Caterinetta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il disegno di una caterinetta
Caterinetta con cordella

Una caterinetta (o anche tricottino) è un piccolo attrezzo utilizzato nei lavori a maglia per creare delle cordelle tubolari (in lana o altri filati). L'etimologia del termine si deve probabilmente all'appellativo caterinetta (vezzeggiativo di Caterina) utilizzato in Francia (catherinette) ed in Piemonte come sinonimo di sartina e giovane donna da marito [1] (derivato da santa Caterina di Alessandria, protettrice delle apprendiste sarte [2]).

L'attrezzo è costituito da un rocchetto, solitamente in legno, sormontato da quattro ganci o chiodini, che servono per fissare il filo, che viene lavorato con un grosso ago.

Generalmente lo strumento è manuale, ma ne esistono anche versioni meccanizzate provviste di manovella [3].

La caterinetta, in numerosi varianti con fattezze umane, è utilizzata anche come gioco e passatempo per bambini.

Istruzioni di massima[modifica | modifica wikitesto]

Per utilizzarlo, si può iniziare passando il filo dall'alto facendolo uscire in basso, poi si arrotola il filo ad ogni gancetto e si gira ancora per formare la maglia attorno a ciascun gancio e poi si spinge la maglia formata all'interno della caterinetta [4].

La cordella può essere usata in molte applicazioni creative [5].

Nomi in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Strick-Bärbel / Strickliesel
  • (FR) Tricotin / Tricoteuse
  • (EN) Knit spool
  • (NL) Punnik klosje

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ demauroparavia.it
  2. ^ santiebeati.it
  3. ^ hobbydonna.it: tricotin
  4. ^ (FR) Le tricotin
  5. ^ (FR) Istruzioni per una realizzare un cappellino (PDF)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Cécile Holveck, Annabelle Rose, Du tricotin partout, Saep (2005), ISBN 2737249341

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]