Caterina Farassino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Caterina Farassino (Torino, 16 settembre 1977Torino, 4 ottobre 2005) è stata una fotografa e cantante italiana, figlia del cantautore Gipo Farassino.

La sua attività di fotografa (in particolare di rock underground[1]) e artista di varie iniziative, è stata soprattutto di stampo umanitario e musicale.
Nel periodo antecedente l'incidente stradale del 2005, nel quale perse la vita a Torino, aveva realizzato dei lavori fotografici per le band musicali torinesi Subsonica[2] e Linea 77, più un libro per la Lega italiana per la lotta contro l'AIDS[3].
Nel 2004 ha vinto il premio Six Days Sonic Madness Festival, di cui è stata direttrice artistica l'anno successivo[4].

Il 4 ottobre 2005, alle 3,27, la sua auto - forse a causa dell'asfalto bagnato - esce di strada a Torino, all'altezza di corso San Maurizio angolo via Rossini, finendo contro un platano. Immediatamente ricoverata in ospedale, muore poco dopo a causa delle gravi ferite alla testa e al torace.

La fondazione che ha il suo nome organizza premi e concerti a lei dedicati[5].


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ repubblica.it
  2. ^ unaltrosguardo.com
  3. ^ lila.it
  4. ^ unaltrosguardo.com
  5. ^ mtv.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]