Catena del Ruwenzori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 0°23′09″N 29°52′18″E / 0.385833°N 29.871667°E0.385833; 29.871667

Catena del Ruwenzori
Catena del Ruwenzori
La catena vista da Fort Portal
Continente Africa
Stati Uganda Uganda
RD del Congo RD del Congo
Cima più elevata Cima Margherita sul Monte Stanley (5.109 m s.l.m)
Lunghezza 120 km
Larghezza 65 km
Superficie 1.000 km2
Tipi di rocce rocce metamorfiche

La Catena del Ruwenzori o Ruvenzori[1] (o anche Montagne del Ruwenzori o Ruvenzori) è una piccola catena montuosa dell'Africa centrale, posizionata al confine tra Uganda e Repubblica Democratica del Congo. Le cime più alte arrivano a una altezza di 5.109 metri, e sono perennemente innevate, cosa che in Africa accade solo in altre due località: sul monte Kilimangiaro e sul monte Kenya. Le montagne del Ruwenzori sono anche conosciute come Montagne della Luna, nome già menzionato in uno scritto di Tolomeo.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La catena montuosa è lunga 120 km e larga 65 km, e consiste di sei massicci montuosi separati da profonde gole: il Monte Baker, il Monte Emin, il Monte Gessi, il Monte Luigi di Savoia, il Monte Speke e il Monte Stanley. Quest'ultimo è il più grande e comprende una serie di cime, la più alta delle quali è la Cima Margherita. Le montagne si trovano in un'area estremamente umida, ed è frequente la formazione di nebbia. Le montagne fanno parte del sistema geologico della Rift Valley, e si sono formate come conseguenza della spinta verso l'alto che le placche tettoniche esercitano sulla superficie terrestre.

Il Ruwenzori è noto per la sua variegata vegetazione, che va dalla foresta pluviale a una vegetazione di tipo alpino alla neve; e per la sua fauna, che include elefanti di foresta, numerose specie di primati e molte specie endemiche di uccelli. Ha 43 ghiacciai distribuiti su 6 montagne, che coprono un'area di 5 km², e costituiscono circa la metà dei ghiacciai presenti in Africa.

Il primo europeo che visitò il Ruwenzori fu Henry Morton Stanley durante una spedizione del 1889, mentre il primo a raggiungere la cima fu il Duca degli Abruzzi, Luigi di Savoia, nel 1906.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La parola significa, nell'idioma locale lukonzo (linguaggio ampiamente diffuso in Uganda e Congo), Montagne della pioggia o della neve.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna