Catembe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Catembe Nsime è un posto administrativo[1] e un villaggio (Catembe) del distretto di Matutuíne (o Missivene), nella provincia di Maputo in Mozambico.[2] A livello geografico, è un'area rurale parzialmente paludosa, comprendente alcuni barrio, situata a sud della capitale Maputo sulla riva opposta del fiume Tembe. Nonostante la stretta vicinanza con la capitale e il suo fiorente settore turistico, la regione - afflitta dalle esondazioni del Tembe - è una delle più povere e sottosviluppate del Mozambico, segnata anche da una elevata diffusione dell'AIDS tra la popolazione (26%).[3][4]

Demografia e urbanistica[modifica | modifica wikitesto]

Al 2005, la popolazione totale era di 7 090 abitanti distribuiti su una superficie di 430 km², con una densità abitativa di 16,7 ab./km² .[5]

Il posto risale almeno agli anni 1940, ma fu riorganizzato nella forma attuale nel settembre del 2002 e comprende due ulteriori suddivisioni amministrative: le località (localidades) di Mungazine e Nsime.[2][6] La rete stradale è costituita da due direttrici primarie, la Catembe-Ponta D'Ouro EN 201 (117 km) e la Catembe-Hindane ER 553 (41 km), ma essendo realizzata prevalentemente in terra battuta - come quasi tutta la rete distrettuale - è soggetta a forti limitazioni di percorrenza durante la stagione delle piogge.[7]

Gli abitanti sono organizzati in nuclei familiari allargati e risiedono, in prevalenza, in capanne con pareti di canne, ricavate dalle piante del genere Typha[8], dal pavimento in terra battuta e il tetto in lamiera di zinco o erba e paglia, scarsamente dotate di scarichi fognari (23%) e quasi del tutto sprovviste (97-98%) di elettricità e acqua corrente.[9]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Le attività economiche prevalenti, nel posto di Catembe, sono l'agricoltura, la silvicoltura e la pesca che costituiscono l'88,6% dell'economia del luogo, una percentuale di poco superiore alla media del distretto di Matutuíne, per queste attività, che si attesta sull'83,7% con un tasso di disoccupazione stimato del 15%.[10] A livello distrettuale, il reddito mensile medio per nucleo familiare si attesta sui 1 804 contos,[11] mentre il tasso di povertà raggiunge il 75% (stima del 2003).[10]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Metà della popolazione del posto non conosce il portoghese (la lingua ufficiale del Mozambico), il tasso di analfabetismo si attesta sul 54,6% e solo il 7,5% dei bambini con 5 o più anni di età frequenta o ha frequentato una scuola.[12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Una suddivisione di rango inferiore al distretto e rappresentata da un segretario (Secretário) che fu istituita dal Portogallo per tutti i suoi territori coloniali d'oltremare. La suddivisione venne abolita, in Mozambico, dopo il conseguimento dell'indipendenza, ma venne successivamente ripristinata nel 1986 (Legge nº 4/86 del 25 luglio).
  2. ^ a b Perfil do Distrito de Matutuine, provincia de Maputo, 2.1, 11.5.
  3. ^ Project of auto-construction and resettlement in Chamissava, District of Catembe, Croce Rossa del Mozambico, 2010.
  4. ^ About Imagine, International Club of Maputo, 2010.
  5. ^ Stime estrapolate da UNDP sulla base del censimento del 1997 (Perfil do Distrito de Matutuine, provincia de Maputo, op. cit. 4.2, 6).
  6. ^ op. cit. 6.
  7. ^ op. cit. 6.2.2.
  8. ^ Un materiale da costruzione molto utilizzato nelle abitazioni tradizionali del Mozambico.
  9. ^ op. cit. 5.
  10. ^ a b op. cit. 11.
  11. ^ 1 804 000 meticais equivalenti a circa 44 euro (conversione alla data del 10 giugno 2010, xe.com).
  12. ^ op. cit. 4.4, 8.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]