Catastrofe del ferro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con catastrofe del ferro s'intende l'ipotesi di un evento cruciale accaduto nel periodo iniziale della storia della Terra. Quando la massa e la temperatura del recente pianeta in formazione pervenne ad un livello critico, il ferro, più denso, contenuto negli strati esterni, sprofondò verso il centro del pianeta per formare il nucleo; questo evento è una parte della differenziazione planetaria. L'energia potenziale gravitazionale rilasciata dall'affondamento dei globuli densi di NiFe fece aumentare la temperatura del protopianeta oltre il punto di fusione dell'intero magma di silicati accelerando il processo. Questo evento accadde circa 500 milioni di anni dall'inizio della formazione del pianeta. [1]

Questa grande massa ruotante di metallo super-caldo è responsabile della magnetosfera, la quale protegge la terra dai più dannosi componenti, come per esempio la radiazione solare, permettendo alla vita di evolversi. Fino ad oggi la magnetosfera ha protetto la vita e la nostra atmosfera, distinguendo la nostra Terra dal pianeta Marte, il più vicino a noi, il quale non sembra abbia avuto esperienza della propria catastrofe del ferro.

Un'altra teoria, comunque, suggerisce che Marte fece esperienza della catastrofe del ferro e quindi un tempo fu schermato dalla magnetosfera. Secondo questa teoria Marte si è semplicemente raffreddato più velocemente della terra ed ha solidificato il centro ferroso ruotante in sincronia con la sua crosta continentale, gradualmente chiudendo la sua magnetosfera. La scoperta di tracce di acqua liquida sulla superficie del pianeta, suggerisce che Marte una volta avesse avuto il suo proprio campo magnetico per trattenere l'acqua nell'atmosfera senza che fosse spazzata via nello spazio dal vento solare. [2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Charles Frankel, 1996, Volcanoes of the Solar System, Cambridge University Press, p -7-8, ISBN 0521477700
  2. ^ (EN) http://www.pbs.org/wgbh/nova/transcripts/3111_origins.html

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]