Catalpa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Catalpa
P1000271 Catalpa bignonioides (Aurea) (Begoniaceae) Leaf.JPG
Catalpa bignonioides
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Scrophulariales
Famiglia Bignoniaceae
Tribù Tecomeae
Genere Catalpa
Scop., 1777
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiospermae
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Asteridi
(clade) Euasteridi I
Ordine Lamiales
Famiglia Bignoniaceae
Specie
  • Vedi testo

Catalpa Scop., 1777 è un genere di piante appartenente alla famiglia Bignoniaceae, originario dell'America Settentrionale, Centrale e dell'Asia Orientale.[1]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Per lo più alberi a foglia caduca, che in genere crescono fino a 12-18 m di altezza e 6-12 m di larghezza. Un alberello di 10 anni sarà di circa 6 m di altezza. Possono essere riconosciuti per le grandi dimensioni, per la forma trilobata a cuore delle foglie, per i vistosi fiori bianchi o gialli a larghe pannocchie e, durante l'autunno, per i frutti lunghi 20-50 cm, che ricordano un fagiolo sottile, e contengono numerosi piccoli semi piatti; ogni seme rivela due "ali" sottili per la dispersione anemocora. A causa delle foglie, a volte sono confusi con l'albero tung (Vernicia fordii) nel sud del Regno Unito, oppure con l'invasiva Paulownia tomentosa, importata dalla Cina.[senza fonte]

A causa dell'ampia superficie delle foglie, le specie di Catalpa forniscono un'ombra molto scura e rappresentano un habitat importante per molte specie di uccelli, fornendo loro un buon riparo dalla pioggia e dal vento. Questi alberi lasciano cadere ben poco, ma durante la tarda estate rilasciano i frutti marroni. Il legno è abbastanza morbido.[senza fonte]

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Questo genere comprende undici specie:[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Catalpa in The Plant List. URL consultato il 24 ottobre 2013.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Areces-Mallea, A.E. 1997. A listing of threatened Cuban trees prepared for the Conservation and Sustainable Management of Trees project.
  • Borhidi, A. 1992. Letter to Hugh Synge concerning conservation status of Cuban plants.
  • Borhidi, A. and Muñiz, O. 1983. Catálogo de Plantas Cubanas Amenazadas o Extinguidas. Acad. Ciencias de Cuba, La Habana.
  • Gentry, A.H. 1992. Bignoniaceae - Part II (Tribe Tecomeae).
  • Oldfield, S., Lusty, C. and MacKinven, A. (compilers). 1998. The World List of Threatened Trees. World Conservation Press, Cambridge, UK.
  • The Nature Conservancy. 1996. Natural Heritage Central Database.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]