Castro Marim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Castro Marim
comune
Castro Marim – Stemma Castro Marim – Bandiera
Localizzazione
Stato Portogallo Portogallo
Regione Algarve
Distretto Faro
Territorio
Coordinate 37°13′N 7°27′W / 37.216667°N 7.45°W37.216667; -7.45 (Castro Marim)Coordinate: 37°13′N 7°27′W / 37.216667°N 7.45°W37.216667; -7.45 (Castro Marim)
Superficie 300 km²
Abitanti 6 593 (2001)
Densità 21,98 ab./km²
Comuni confinanti Alcoutim, Ayamonte (ES-H), Tavira, Vila Real de Santo António
Altre informazioni
Cod. postale 8950
Prefisso (+351) 282
Fuso orario UTC+0
Subregione Algarve
Cartografia

Castro Marim – Localizzazione

Sito istituzionale

Castro Marim ('kaʃtɾu mɐ'ɾĩ) è un comune portoghese di 6.593 abitanti situato nel distretto di Faro.


Storia[modifica | modifica sorgente]

Fu riconquistata ai mori nel 1242 dal condottiero Paio Peres Correia. In seguito, nel 1277 il re Alfonso III del Portogallo gli concesse lo statuto e i privilegi municipali, privilegi confermati ed ampliati da suo figlio, Dionigi, nel 1282.
La crescente importanza di questo centro, soprattutto grazie ai commerci con il Regno dell’Algarve e con la vicina Andalusia, fu riconosciuta nel 1319 quando, con la bolla di Papa Giovanni XXII, Castro Marim fu proclamata prima sede dell’Ordine di Cristo, che in Portogallo sostituì il soppresso Ordine dei Templari.
Il nucleo abitato originario, compreso nelle mura del castello situato in cima ad una collina, si sviluppò ulteriormente fino al 1356, quando l’Ordine trasferì la sua sede a Tomar.
Questo trasferimento marcò una progressiva perdita di importanza di Castro Marim, che si spopolò notevolmente. All’inizio del XV secolo l’intero Algarve fu investito da notevoli cambiamenti, dovuti anche al fatto che Enrico il Navigatore individuò questo territorio quale base privilegiata per la grande epoca dei viaggi e delle scoperte portoghesi. Castro Marim, in particolare, data la sua vicinanza alle coste del Marocco, ebbe un ruolo fondamentale nella lotta contro i pirati musulmani, diventando la principale roccaforte militare dell’Algarve, anche grazie al restauro del castello ordinato da Manuele I nel 1509.
Fu un nuovo periodo di sviluppo per la città, che nei secoli XVI e XVII si affermò come importante porto per la pesca ed il commercio.
Durante la Guerra di Restaurazione portoghese il castello fu nuovamente restaurato ed ampliato per ordine di Giovanni IV. Il terremoto del 1º novembre 1755 provocò però numerosissimi danni all’intera città, tanto che le case site all’interno della cinta medievale furono di fatto abbandonate.
La città si sviluppò quindi all’esterno delle mura del castello, senza però riuscire più a recuperare l’importanza avuta in passato, anche per la concorrenza della vicina Vila Real de Santo António, che si sostituì a Castro Marim come punto d’approdo dei traffici commerciali per quella parte dell’Algarve.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Popolazione di Castro Marim (1801 – 2004)
1801 1849 1900 1930 1960 1981 1991 2001 2004
5020 4874 8308 9402 9992 7297 6803 6593 6495

Freguesias[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]