Castiglia-La Mancia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Castilla-La Mancha)
Castiglia-La Mancia
comunità autonoma
Comunidad Autónoma de Castilla-La Mancha
Castiglia-La Mancia – Stemma Castiglia-La Mancia – Bandiera
Dati amministrativi
Stato Spagna Spagna
Capoluogo Toledo
Presidente José María Barreda Fontes (PSOE) dal 2005
Data di istituzione 16 agosto 1982
Territorio
Coordinate
del capoluogo
43°N 3°W / 43°N 3°W43; -3 (Castiglia-La Mancia)Coordinate: 43°N 3°W / 43°N 3°W43; -3 (Castiglia-La Mancia)
Superficie 79 463 km²
Abitanti 2 043 100 (2008)
Densità 25,71 ab./km²
Comuni 919
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
ISO 3166-2 CM
Nome abitanti castigliani, manceghi (castillanos, manchegos)
Rappresentanza parlamentare 20 congressisti, 22 senatori
Localizzazione

Castiglia-La Mancia – Localizzazione

Sito istituzionale

La Castiglia-La Mancia (in spagnolo Castilla-La Mancha) è una comunità autonoma della Spagna, in conformità del suo statuto di autonomia e la Costituzione spagnola. Il suo capoluogo è la città di Toledo, sede del governo regionale, il più alto organo di autogoverno della Comunità; la città di Albacete ospita la più alta corte, il Tribunale Superiore di Giustizia di Castilla-La Mancha.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

La Comunità autonoma è la terza più grande in Spagna, con una superficie di 79.409 km² e una popolazione di 2.121.888 abitanti (11,00% stranieri), con aumentato negli ultimi anni. La Comunità dispone di due tipi differenziati di paesaggi: la pianura e le montagne. Le zone di montagna più importanti di Castilla-La Mancha è parte confinante con i limiti della comunità, e sono il sistema centrale, che comprende Ayllón, Pela y Alto Rey a North Guadalajara, e la Sierra de San Vicente nella provincia di Toledo, il sistema iberico, che copre le province di Cuenca e Guadalajara, le cordigliere Alcaraz e Segura ad Albacete, ai piedi della Sierra Morena, che penetrano a Ciudad Real (Sierra Madrona), e Montes Calò de Toledo che si estendono tra le province di Ciudad Real e Toledo. La pianura e le colline dominano il resto del territorio. Le vaste pianure della Mancia, una grande regione naturale, che si estende su gran parte delle province di Ciudad Real, Albacete, Cuenca e Toledo, si unisce la Alcarria, che copre le province di Guadalajara e Cuenca e ha un un'altitudine di circa 1000 m. I fiumi principali che attraversano la Comunità sono il Tajo e Guadiana che sfociano nell'Atlantico, mentre il Jucar e il Segura nel Mar Mediterraneo. Inoltre, Castilla-La Mancha ha un ricco patrimonio artistico e naturale, tra i quali le due città dichiarata dall'UNESCO come Patrimonio Mondiale dell'Umanità (Toledo e Cuenca), ed i 278,230.784 ettari dedicati alle riserve naturali (parchi nazionali, riserve naturali, microriserve) che sono sparsi in tutta la regione.

Suddivisioni[modifica | modifica sorgente]

La Castiglia-La Mancia è composta dalle province di Toledo, Ciudad Real, Cuenca, Guadalajara, e Albacete.In totale 919 comuni.

Toponimia[modifica | modifica sorgente]

Il nome Castilla-La Mancha è recente, emerso dopo la divisione regionale attuale, che consiste in una combinazione che dà senso alle cinque province che compongono la Comunità, tre castigliane (Cuenca, Guadalajara e Toledo) e due manchegas (Albacete e Ciudad Real). Il legame tra i due territori, che risale a tempi antichi, è simboleggiato con un trattino (-) tra i due, perché il territorio della Mancia è stato parte del Regno di Castiglia. Tuttavia, già durante la Prima Repubblica spagnola è stata delineata l'idea di creare uno Stato regionale castigliano-Manchego.

Castiglia[modifica | modifica sorgente]

Castilla significa, secondo la sua etimologia, "terra dei castelli",il suo nome appare indicare un territorio disseminato di castelli. Il termine verrebbe dal latino castellum, diminutivo a sua volta del termine castrum, castro, fortificazione dell' Iberia romana.

La Mancha[modifica | modifica sorgente]

La teoria prevalente prevede che La Mancha deriva dalla lingua araba durante l'occupazione musulmana della penisola iberica, e che procede il toponimo "Mancha", che si traduce come "terra senza acqua".

Storia[modifica | modifica sorgente]

La storia della Castilla-La Mancha ha le sue radici nel tempo. Iberi, romani, visigoti, musulmani e cristiani hanno vissuto e lasciato il segno sulla comunità e segnato il carattere della sua gente. La Castilla-La Mancha si è costituita in Regione autonoma il 16 agosto 1982 con la pubblicazione del suo Statuto di autonomia (legge 9/1982, del 10 agosto) sulla Gazzetta Ufficiale, modificato nel 1991, 1994 e 1997. Ancora nel 2007 sono state introdotte modifiche. La Castiglia-La Mancia era stata in precedenza raggruppata assieme alla provincia di Madrid nella Nuova Castiglia, ma con l'avvento del sistema delle autonomie venne separata da questa a causa della grande disparità economica tra la capitale e le restanti province della Nuova Castiglia. È un errore comune assimilare la Castiglia-La Mancia alla sua regione interna, La Mancia, composta soltanto di parte delle province di Albacete, Ciudad Real, Cuenca e Toledo. La comunità ha una sua bandiera divisa in due parti, a sinistra un castello su sfondo cremisi, a destra un quadrato bianco.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Il PIL pro capite della Castiglia-La Mancia è di € 18.471 (2009), leggermente superiore a quello della Basilicata (18.300 € anno 2009; fonte Eurostat). La realtà economica della Castilla-La Mancha è stata tradizionalmente nel settore primario, ma è stata gradualmente spostata al settore dei servizi, attuale motore economico della Comunità. L'industria si concentra attorno alle principali vie di comunicazione di Castilla-La Mancha, nel centro (Corredor del Henares, La Sagra, ...) e nelle principali aree urbane (capoluoghi di provincia e città medie). La Castiglia-La Mancia è la zona geografica che produce il famoso Queso Manchego. L'aspettativa di vita ha raggiunto 82,74 anni in media, uno dei più alti in Spagna.

Infrastrutture[modifica | modifica sorgente]

La comunità Castilla-La Mancha nel 2009 aveva circa 1.800 chilometri di strade (autostrade o superstrade), 670 chilometri di AVE e due aeroporti (Albacete e Ciudad Real).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Spagna Portale Spagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Spagna