Castello ducale Orsini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Edificio civile}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Il Castello ducale Orsini si trova a Fiano Romano in provincia di Roma.

Panorama del castello all'entrata della città antica

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il castello fu modificato più volte, a seconda delle esigenze, nel Medioevo.

La prima modifica attestata storicamente la si ha nel 1493 quando Niccolò III Orsini fece ampliare questo castello, aggiungendo l'ala che prospetta Porta Capena dopo averlo ereditato da Orso ed Elisabetta Orsini aggiungedogli un raffinato gusto rinascimentale.

Per duecento anni, ad iniziare dal 1690, fu proprietà degli Ottoboni duchi di Fiano.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'esterno[modifica | modifica wikitesto]

La parte principale del castello è rettangolare.

Delle torri sono poste a difesa del castello.

La più piccola è quandrangolare con scarpata nella parte più bassa.

La più grande, detta mastio, è circolare, è posta nel cassero, è alta 30 metri ed consta di mura larghe 2,70 metri.

L'interno[modifica | modifica wikitesto]

Il cortile e la terrazza[modifica | modifica wikitesto]

Sul cortile si prospettano il mastio ed un doppio ordine di archi a tutto sesto.

Una scalinata porta dal cortile al piano nobile, ove, a meggiogiorno il sole illumina gli interni.

La terrazza è adornata da merlatura guelfa ove i signori del castello amavano mirare tutti i loro terre.

Le sale dell'ala quattrocentesca[modifica | modifica wikitesto]

L'ala quattrocentesca fu innalzata da Niccolo III Orsini.

Sul frontone del camino sono scolpite le iniziali della moglie di Niccolò III Orsini ed un'orsa che tiene un compasso.
  • Sala della Guardia. Il 19 dicembre 1493, papa Alessandro VI Borgia consesse le indulgenze. L'evento è commemorato da una lapide su una scalea. Ora questa sala viene utilizzata come sala convegni e per matrimoni.
  • Sala del Coro. Si tratta di una piccola sala affrescata. Il soffitto presenta una decorazione ad architravi.
  • Sala dello Zodiaco. Vi sono 12 affreschi delle 12 costellazioni e degli stemmi di famiglie imparentate con gli Orsini. Sul soffitto, di forma a volta a botte, è posta un'orsa stemma degli Orsini.
  • Sala delle Vergini o sala blu. In alcune lunette sono rappresentate quattro donne che annunciano la nascita di cristo che posano lo sguardo verso un punto misterioso.
  • Sala del Cristo. Sul soffitto è ridondante lo stemma degli Orsini. Al centro spicca il sacro Cuore.
  • Sala degli Ubaldini. In questa sala sono rappresentati gli stemmi delle famiglie imparentate con gli Orsini.
  • Sala del Melograno. Alcuni restauri recenti l'hanno irreparabilmente depauperata. Sul soffitto, tuttavia, si riescono a scorgere degli affreschi floreali di puro gusto rinascimentale ed un camino datato 1493.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]