Castello di Zumaglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°35′08″N 8°05′33″E / 45.585556°N 8.0925°E45.585556; 8.0925

Castello di Zumaglia
Il castello visto da nord
Il castello visto da nord
Ubicazione
Stato attuale visitabile ogni fine settimana in tutto l'anno e nel corso degli spettacoli teatrali ed eventi organizzati in loco
Regione Piemonte Piemonte
Città Zumaglia e Ronco Biellese
Informazioni generali
Tipo Castello medievale
Inizio costruzione XIII secolo, su precedenti fortificazioni
Note restaurato nel XX secolo - dal giugno 2013 gestito da A.R.S. Teatrando

AA.VV, Comuni della Provincia di Biella, Nerosubianco editore, Cuneo, 2005

voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello di Zumaglia è un edificio di origine medievale del Biellese che prende il nome dall'omonimo centro abitato. L'edificio sorge sulla cima di una collina al confine tra i territori comunali di Zumaglia e Ronco Biellese ed è circondato da un vasto parco.[1]
Il toponimo Zumaglia deriva da zumaja, un termine biellese che significa mammella, e si riferisce a come il Brich e la collina gemella del Monte Prevè appaiono se viste da lontano.[2]

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Il castello si trova sulla cima del Brich di Zumaglia (669 m s.l.m.); l'edificio risale al 1291 e fu edificato su una precedente costruzione. La fortezza fu potenziata intorno al 1329 su disposizione del vescovo di Vercelli Lombardo della Torre, signore della zona. Il castello venne poi distrutto nel 1556 a causa di un bombardamento delle truppe di Enrico II di Francia e ricostruito solo quattro secoli dopo, nel 1937, per opera del conte Vittorio Buratti. Attorno all'edificio fu allestito un parco e sono tuttora presenti alberi di specie rare o esotiche anche di notevoli dimensioni.
Nell'area circostante è stata istituita nel 1995 l'Area attrezzata Brich di Zumaglia e Mont Prève.

Fruizione[modifica | modifica sorgente]

L'ingresso del parco

L'edificio è facilmante raggiungibile a piedi da 2 strade acciottolate che salgono una dal centro sportivo di Ronco Biellese e l'altra dalla sella che separa il Brich di Zumaglia dal vicino Mont Prevè, dove esiste un posteggio per le auto. Si sale fino all'altezza di 669 m.s.l.m. dove si vede il biellese a 360°

Per il Brich di Zumaglia transita anche la GtB (Grande traversata del Biellese), un lungo itinerario escursionistico che percorre a quote medio-basse tutta la provincia di Biella.

Il castello, gestito da giugno 2013 da a.r.s. Teatrando (società teatrale), viene utilizzato per eventi, mostre, ricevimenti, musica e attività culturali tra le quali una rassegna estiva di teatro itinerante della compagnia stessa, articolata in stazioni allestite lungo le sue mura e su tutto il territorio del parco.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000 (vers.3.0) della Regione Piemonte - 2007
  2. ^ La Bürsch, Massimo Sella, Centro studi biellesi, 1964