Castello di Volognano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Infobox struttura militare}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Il Castello di Volognano è il fulcro dell'omonima località nel comune di Rignano sull'Arno (FI). Attualmente è stato trasformato in villa neogotica che svolge sia attività turistiche[1] che di supporto alla fattoria[2] integrata nel complesso.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

L'aspetto odierno è ancora quello di una villa-fattoria che è dominata dalla possente torre merlata del mastio. Il Castello, assieme alla Chiesa di San Michele a Volognano, è circondato da una cinta muraria dalla forma ellittica attraversata da un'unica strada alla quale si accede attraverso due porte con arco a tutto sesto, parzialmente conservate.

Chiesa di San Michele a Volognano[modifica | modifica sorgente]

La chiesa di San Michele è ubicata all'interno del castello, al centro di una piazzetta.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Chiesa di San Michele a Volognano.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'origine dell'insediamento sembra risalire all'epoca romana, resti di una costruzione di questo periodo sono stati rilevati a podere Bertinga, sulla pendice ovest del castello. La posizione dominante della cresta su cui si adagia la costruzione fa sì che comunque sia da sempre un ottimo punto di osservazione per fini militari di difesa. L'abitato di Volognano viene comunque nominato, per la prima volta, nel 1214 in documenti riguardanti la chiesa di San Michele a Volognano: la prima menzione per il castello invece viene poco dopo in un atto dell'Abbazia di Vallombrosa del 1220 e in uno successivo del 1299.

Proprietà della famiglia da Quona fu oggetto della guerra tra Guelfi e Ghibellini: nel 1304, come rappresaglia alla presa di posizione dei proprietari, il governo guelfo fece occupare e disfare il castello di cui venne smantellata, in maniera pressoché definitiva, la struttura difensiva.

Inizia così la nuova funzione della struttura che diventa una villa-fattoria con numerosi passaggi di proprietà.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Vacanze al Castello.
  2. ^ Fattoria di Volognano.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Actum in castro de Volognano, Dono Canigiani, 13 ottobre 1299
  • Franek Sznura, Antica possessione con belli costumi : due giornate di studio su Lapo da Castiglionchio il Vecchio (Firenze-Pontassieve, 3-4 ottobre 2003), Firenze, Aska, 2005, ISBN 88-754-2056-4.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]