Castello di Loevestein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castello di Loevestein
Slot Loevestein
Slot loevestein luchtfoto.jpg
Ubicazione
Stato Paesi Bassi Paesi Bassi
Stato attuale Museo nazionale
Regione Gheldria
Città Zaltbommel
Coordinate 51°48′59″N 5°01′17″E / 51.816389°N 5.021389°E51.816389; 5.021389Coordinate: 51°48′59″N 5°01′17″E / 51.816389°N 5.021389°E51.816389; 5.021389
Informazioni generali
Tipo fortezza
Stile medievale
Inizio costruzione 1368
Sito web http://www.slotloevestein.nl/

[senza fonte]

voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello di Loevestein è un castello olandese situato nell'ovest del Bommelerwaard, nel comune di Zaltbommel, in Gheldria.

Costruito dal cavaliere Dirc Loef van Horne (da cui "Loef's stein" (pietra, quindi casa di Loef) tra 1357 e 1397, era inizialmente un semplice edificio quadrato in mattoni usato per la riscossione del pedaggio alle imbarcazioni che percorrevano i fiumi vicini, nel XVI secolo, fu allargato costruendo una vasta fortezza circondata da terrapieni. Nel 1619 il castello divenne una prigione per prigionieri politici, ospitando tra gli altri Hugo de Groot (Ugo Grozio), che riuscì a fuggire, e il vice-ammiraglio inglese George Ayscue.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]